Venerdì mattina

Cologno al Serio, baristi e ristoratori in piazza: “Non siamo fuorilegge”

Con loro il consigliere regionale Giovanni Malanchini: "La maggior parte di loro non rialzeranno le saracinesche se non arriveranno risorse concrete"

“Oggi, venerdì 15 gennaio, ho partecipato alla contestazione pacifica organizzata a Cologno al Serio da parte di commercianti, baristi e ristoratori per mettere in luce il disagio di diversi settori, penalizzati dalle restrizioni previste dai Dpcm. In piazza non c’erano ‘fuorilegge’ – così come qualcuno ha avuto l’ardire di chiamarli – ma gente perbene, uomini e donne che in modo dignitoso e nel pieno rispetto delle norme di distanziamento chiedono regole chiare per poter lavorare in sicurezza”.

Così il Consigliere segretario dell’Ufficio di Presidenza di Regione Lombardia, Giovanni Malanchini, che venerdì mattina ha portato il suo sostegno e quello della Regione alla manifestazione organizzata a Cologno al Serio, dove oltre una ventina di titolari di attività commerciali sono scesi in piazza per far sentire la propria voce.

“Molti di loro – continua Malanchini – non riescono a pagare gli affitti e i fornitori e se il Governo non interviene seriamente stanziando adeguate risorse economiche, la maggior parte di queste attività non potrà più alzare le saracinesche”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
carta di credito Photo by CardMapr on Unsplash
La ricerca
Nel 2020 un bergamasco su due ha acquistato anche online
Bar Kiosko
Villa d'almè
Manichini seduti ai tavoli come clienti: così al bar Kiosko si combatte il lockdown
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI