Brumano, travolto da Valanga è gravissimo al Papa Giovanni - BergamoNews
Mercoledì mattina

Brumano, travolto da Valanga è gravissimo al Papa Giovanni

L'allarme è scattato poco dopo le 9.30. L'escursionista è stato recuperato verso le 12 in arresto cardiaco.

Un uomo è stato travolto da una valanga nella mattinata di mercoledì 13 gennaio in Valle Imagna, nella zona di Brumano.

Pochissime e frammentarie, al momento, le notizie: l’allarme è scattato attorno alle 9.30, con Soccorso Alpino e tre elicotteri, da Bergamo, da Sondrio e da Como, che si sono precipitati sul posto.

A dare l’allarme pare sia stato proprio l’uomo, un infermiere della centrale operativa del 118 residente alle Ghiaie di Bonate, che di primo mattino aveva deciso di andare a sciare in quelle zone della Valle Imagna. L’escursione doveva essere in compagnia di un amico che, viste le condizioni del tempo, aveva rifiutato all’ultimo momento.

Verso mezzogiorno i soccorritori hanno individuato il disperso grazie ad un braccio che sbucava dalla neve, a circa trecento metri dall’impatto con la valanga. L’uomo è in arresto cardiaco ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove i medici stanno facendo il possibile per salvargli la vita.

Più informazioni
leggi anche
  • Il concorso
    Guardia di Finanza, pubblicato il bando per il reclutamento di 571 allievi
  • La tragedia
    Brumano, 42enne muore travolto dalla valanga: lascia la moglie e due figli
  • La tragedia di brumano
    “Ciao Claudio, eri il migliore”: le lacrime per l’infermiere 42enne travolto da una valanga
  • L'iniziativa
    “Ho visto Claudio travolto dalla valanga. Ora raccolgo fondi per aiutare i suoi figli”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it