Fontana lancia l'allarme: "Peggiorati tutti i parametri, ci avviciniamo alla zona rossa" - BergamoNews
A sky tg24

Fontana lancia l’allarme: “Peggiorati tutti i parametri, ci avviciniamo alla zona rossa”

Il presidente della Regione Lombardia: "Sulla scuola avevamo un progetto preciso, ma l'improvviso peggioramento ci ha costretto a cambiare opinione".

“Purtroppo la scorsa settimana l’indice Rt ha avuto un improvviso innalzamento, da 1 a 1,24. Tenendo conto dei nuovi parametri ci stiamo avvicinando alla zona rossa. Io mi auguro sempre che i numeri si invertono, che l’indice Rt come quello dei ricoveri si possano abbassare. Un auspicio, ma se non dovesse essere così saremo zona rossa”.

Così il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a Sky Tg24, nella mattinata di lunedì 11 gennaio.

“Stiamo peggiorando in tutti i parametri – ha continuato il numero uno del Pirellone – La situazione va tenuta sotto controllo, ma ci vorrebbe più omogeneità e chiarezza nei parametri di monitoraggio. Io ho chiesto di valutare dati più vicini nel tempo e non quelli di due settimane prima”.

Fontana nelle prossime ore avrà un incontro con il Governo, nel quale si discuterà di eventuali nuovi misure: “Lo dico da tempo, abbiamo accertato con sicurezza che ci sono comportamenti che non possiamo permetterci. La divisione in zone non porta stabilità e con i tecnici dobbiamo concentrarci sui comportamenti da escludere, sulle attività assolutamente da non svolgere”.

Sul capitolo scuola il presidente Fontana è certo: “Avevamo fatto un progetto preciso e ben fatto, abbiamo fatto tutto quanto ci è stato chiesto dal Governo, anche per quanto riguarda i trasporti. Tutti siamo consapevoli dell’importanza delle lezioni in presenza, l’improvviso peggioramento dei numeri ci ha costretto a cambiare opinione sulla riapertura”.

Infine sulla somministrazione dei vaccini, che vede la Lombardia terzultima in Italia: “Non è una gara a chi arriva primo – ha sottolineato – Con il commissario Arcuri abbiamo un accordo che prevede la fine del primo giro di vaccini entro il 28 gennaio. Entro quella data finiremo, poi ci sarà un richiamo da effettuare assolutamente tra il 19esimo e il 23esimo giorno: dobbiamo avere la certezza di avere le dosi di vaccino necessarie. Non capisco perchè creare una competizione che non ha senso”.

leggi anche
  • Da lunedì
    La Lombardia torna arancione, Fontana: “Modello a zone crea danni e incertezze”
    controlli carabinieri bergamo ok
  • Gandino
    RadiciGroup investe 15 milioni nel nuovo impianto che produrrà materiale per le mascherine
    Radici Group
  • Dalmine
    Produzione di acciaio con idrogeno verde: la sfida di Tenaris, Edison e Snam
    Tenaris Dalmine Acciaio con idrogeno verde
  • Coronavirus
    In Lombardia quasi 5mila guariti e 1.431 nuovi positivi: 75 sono a Bergamo
    Dati
  • Da inizio anno
    Ricoveri Covid, numeri in lieve aumento: il punto negli ospedali della Bergamasca
    Riaperto l'ospedale alla Fiera di Bergamo: l'arrivo dei primi pazienti Covid
  • Città e provincia
    Covid, 61 casi ogni 100mila abitanti: Bergamo chiede la deroga, no zona rossa
    25 aprile 2020
  • La conferma
    Ora è ufficiale: da domenica la Lombardia è zona rossa
    controlli carabinieri bergamo ok
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it