BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accoltellò un giovane in stazione: 24enne arrestato per tentato omicidio

Si tratta di O.S.E., nato in Marocco nel 1996, irregolare sul territorio nazionale

Più informazioni su

Lunedì mattina il personale della Squadra Mobile della Questura di Bergamo ha tratto in arresto O.S.E., nato in Marocco nel 1996, irregolare sul territorio nazionale, quale autore del tentato omicidio di un connazionale e di porto abusivo di arma da taglio.

Nel pomeriggio di sabato 12 dicembre, il personale della Polizia di Stato era intervenuto al capolinea della stazione TEB di piazzale Marconi, a seguito della segnalazione, giunta tramite “112 NUE”, di un giovane attinto da altro soggetto con un’arma da taglio.

Giunti sul posto, il giovane è stato trovato con una ferita nella parte interna della coscia sinistra, all’altezza dell’arteria femorale. Accertata la gravità della situazione, la vittima è stata trasportata dal personale sanitario al Papa Giovanni XXIII, dove è stata ricoverata con prognosi riservata e sottoposta a delicato intervento chirurgico per la lesione dell’arteria femorale.

Gli operatori della Sezione “Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali” hanno raccolto le prime informazioni da un amico della vittima che, presente all’aggressione, le ha prestato soccorso, e dalla vittima stessa, riuscendo a ricavare il nome di battesimo del presunto autore del reato e la circostanza che si trattasse dell’attuale fidanzato di un’amica d’infanzia della vittima, nei confronti della quale nutriva forti sentimenti di gelosia.

La successiva attività info-investigativa ha permesso di identificare compiutamente l’autore del tentato omicidio, che è stato senza alcun dubbio riconosciuto sia dalla vittima, sia dall’amico.

Tale attività, confluita in apposita informativa di reato, è stata pienamente sposata dall’Autorità Giudiziaria che ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere, a cui gli uomini della Squadra Mobile hanno dato esecuzione, dopo aver prontamente rintracciato O.S.E., che, irregolare sul territorio nazionale, dimorava, di fatto e senza alcun titolo, in un immobile di Ponte San Pietro.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.