BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sofia Goggia, niente bis: fuori nel SuperG di St. Anton vinto da Lara Gut-Behrami

Dopo la vittoria in discesa di sabato la campionessa bergamasca è scivolata dopo poche porte, non concludendo la sua prova.

Sankt Anton am Arlberg è considerata la culla dello sci alpino.

Secondo alcune ricostruzioni storiche, la località tirolese avrebbe ospitato i primi passi della disciplina moderna, offrendo i natali al pionere Hannes Schneider.

Vincere sulla Karl Schranz significa entrar a pieni voti nella storia di questo sport, un sogno che Lara Gut-Behrami ha avuto modo di realizzare nella mattinata di domenica 10 gennaio.

La ticinese ha infatti conquistato il secondo supergigante della stagione, precedendo di dodici centesimi la piemontese Marta Bassino e di venti la connazionale Corinne Suter.

In grado di gestire al meglio i continui cambi di direzione, la campionessa svizzera ha rischiato di non riuscire a completare la prova per via di un errore di traiettoria recuperato al limite.

Nel medesimo tratto piccolo errore per la 24enne di Borgo San Dalmazzo che, a causa dell’impatto con un palo, è finita in rotazione vanificando così i tentativi di rimonta nel finale.

“Sono molto contenta, anche se sinceramente non me l’aspettavo perchè ho fatto un errore prima dello Schuss finale – ha spiegato nel dopo-gara Bassino -. Pensavo di averla gettata via in quel punto, tuttavia al traguardo ho avuto modo di rendermi conto di quanto fossi vicina a Lara”.

Rinviato ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria stagionale nella specialità per Sofia Goggia che, dopo il successo in discesa libera, non è riuscita a confermarsi in supergigante.

Pronta a replicare il doppio podio ottenuto otto anni fa in Coppa Europa, la 28enne di Astino è scivolata dopo poche porte a causa di un’insaccata che ha rischiato di costarle caro anche sul fronte fisico.

In casa Italia riscatto per Federica Brignone che, dopo la delusione della giornata precedente, ha chiuso la competizione in quinta posizione pagando una piccola intraversata che le ha negato la possibilità di ritornare sul podio.

Paura infine per Francesca Marsaglia che ha inforcato sul rettilineo conclusivo, cadendo rovinosamente sul traguardo e subendo così una botta alla tibia sinistra.

Le azzurre della velocità torneranno ad allenarsi in vista del doppio appuntamento di gigante in programma a Kranjska Gora nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 gennaio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.