BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incidente a Zogno: si ribalta col suo furgoncino, muore 66enne

Lungo la provinciale 470, all'imbocco della nuova variante: residente in zona, è rimasto schiacciato nel suo furgone.

Più informazioni su

Tragico incidente all’alba di domenica lungo la provinciale a Zogno, all’imbocco della nuova variante.

Un uomo di 66 anni, Giuseppe Gherardi, residente a Sambusita di Algua, ha perso la vita nel sinistro avvenuto poco dopo le 6.30.

Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 e dei vigili del fuoco di Bergamo: quando sono giunti sul posto l’uomo era già deceduto.

Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i carabinieri del nucleo Radiomobile di Zogno per i rilievi del caso: da una prima ricostruzione pare che l’uomo, che viaggiava in direzione Bergamo, dopo aver perso il controllo del suo Fiat Scudo, per cause ancora da accertare, abbia prima sbattuto contro una paratia del cantiere della nuova variante, per poi ribaltarsi sul lato opposto. Nessun altro mezzo è stato coinvolto nel sinistro.

Pare che l’uomo fosse uscito di prima mattina per prepararsi a una battuta di caccia nella zona del Milanese: sul furgone sono stati recuperati fucili e gabbie con uccelli.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francesco Giuseppe

    Quella chicane è pericolosissima e non segnalata a dovere. Col buio, senza righe o quasi, era prevedibile da chiunque passi di lì, che sarebbe successo qualcosa prima o poi. Ma si sa, le pubbliche autorità non sono interessate alla sicurezza stradale vera, che non porta introiti di mega multe.