Quantcast
Boom di richieste per gli orti pubblici: più alberi in città e nuove aree cani - BergamoNews
Bergamo

Boom di richieste per gli orti pubblici: più alberi in città e nuove aree cani

Tutti i progetti per il 2021 riguardo al verde pubblico approvati nel piano delle opere pubbliche 2020 del Comune di Bergamo

Un anno di svolta in tema di verde pubblico. Così è stato definito il 2021 dall’assessore al verde del Comune di Bergamo Marzia Marchesi e da Guglielmo Baggi, responsabile del servizio verde pubblico.

Nel Piano delle Opere Pubbliche 2020 sono stati preventivati oltre 4milioni di euro per il verde pubblico 2021 da suddividere tra progetti già in atto e da avviare. Grande attenzione al potenziamento arboreo in città, alla manutenzione del verde, dei giardini pubblici e delle aree cani, con la creazione anche di nuove.

“Si tratta di progetti non solo dedicati all’arredo, ma al benessere che porta il verde in città, dal punto di vista della depurazione dell’aria e come equilibrante dell’ecosistema. Durante il lockdown, inoltre, abbiamo ancora di più compreso quanto siano fondamentali degli spazi aperti e verdi dove prendere aria, giocare, muoversi e praticare sport”, ha commentato l’assessore Marchesi.

Segno di un rinnovato interesse nei confronti dell’ambiente e del verde, la grandissima partecipazione al bando degli orti pubblici del Comune di Bergamo. Chiuso il 30 dicembre 2020, ha ricevuto 130 domande per i 37 orti pubblici messi nel bando. 

“Questa grande attenzione era nell’aria, ma non pensavamo ad una così cospicua adesione. Ne siamo molto contenti ed è un segno importantissimo per la nostra cittadinanza”, ha dichiarato Marchesi.

400 mila euro è l’importo che la Giunta ha deliberato per il potenziamento del patrimonio arboreo della città. Un intervento “seriale”, cioè previsto in tutte le annualità fino alla fine del mandato, che verrà attuato nel 2021 e comprenderà la realizzazione e l’implementazione dei viali alberati con 1.680 piante ad alto fusto e di buone dimensioni, resistenti all’ambiente urbano, di facile manutenzione e classificate anti-smog.

Altri 400mila euro sono stati destinati alla manutenzione straordinaria del verde dei cimiteri; 600mila a quella del verde scolastico (scuola dell’Infanzia Papa Giovanni XXIII a Monterosso; scuola dell’Infanzia Celadina; scuola dell’Infanzia Bellini a Longuelo; asilo nido Villaggio degli Sposi; scuola Primaria Savio e dell’infanzia Dasso a Boccaleone; scuola dell’Infanzia e Primaria Locatelli in Centro); 749mila a quella dei giardini del Villaggio Sposi (Giardino Monsignor Scattini, Giardino di Via Sant’Ambrogio, Giardino di Via Cave, Giardino di Via Galmozzi/Via Settembrini, Giardino Via Tiepolo/Via Moroni); 200mila sempre per la manutenzione straordinaria delle alberature di Viale Pirovano (oltre 270 cipressi a partire da lunedì 11 gennaio); 250mila per la riqualificazione del giardino della Scuola d’Arte Carrara e 350.000,00 euro per la realizzazione del Giardino d’Inverno – Nuova Serra all’Orto Botanico, entrambe interventi di cui si è già parlato di recente.

Per quanto riguarda i giardini della città, ecco i progetti previsti per il 2021

Riqualificazione e ristrutturazione funzionale dei giardini pubblici dei quartieri di Conca Fiorita e Valtesse
Investimento: 400mila euro

Due diversi interventi: il primo concerne l’area in via Acquaderni, posta sulla sponda destra del Riolo del Tiro a segno, e quella in via Pescaria, sulla sponda sinistra del Riolo del Tiro a segno occupata anche da orti pubblici che verranno sottoposti a manutenzione straordinaria.
Qui l’obiettivo è connettere le due rive del Riolo grazie alla costruzione di un ponte pedonale a sevizio degli abitanti di Valverde (San Colombano), Monterosso e Conca Fiorita, e degli ortisti che andranno ad aumentare con la realizzazione di un nuovo orto collettivo sulla sponda destra del Riolo.

La costruzione del ponte si rende particolarmente necessaria per agevolare in modo significativo la mobilità della zona: ora dal parcheggio di via Acquaderni al parcheggio di via Pescaria, e relativi orti, un cittadino è costretto a compiere un percorso di 2km con un tempo di percorrenza di 5minuti; con il ponte diventeranno 550mt e 2 minuti. Il ponte, inoltre, realizzerà, da un punto di vista paesistico, quanto è già di fatto un unicum da una all’altra sponda.
Il nuovo ponte pedonale sarà largo 2mt e lungo 18mt, diviso in due rampe intervallate da un pianerottolo di sosta e arricchito da vegetazione tipica tra cui salici.
Le barriere anticaduta sono previste in modo da permettere la permeabilità all’acqua, in caso di eventuali piene, e garantire lo sguardo anche alle persone sedute in carrozzella. L’illuminazione sarà posizionata sulle due sponde allo sbarco del ponte e nei pressi del pianerottolo.

Il secondo intervento riguarda l’area verde non recintata tra via Pinetti, via Conca Fiorita e via G. Crescenzi, nei pressi di due istituti scolastici di primo grado, mantenuta a prato alberato illuminato e attrezzata con panchine. Il progetto qui prevede la riqualificazione dei percorsi del giardino e la sua caratterizzazione con il posizionamento di un armadio/biblioteca per lo scambio libri.
In particolare, è prevista: la sostituzione della pavimentazione in asfalto dei vialetti e delle aree di sosta con della pavimentazione in autobloccanti drenanti; la fornitura e posa di un armadio a forma di libro per lo scambio solidale a disposizione del quartiere e dei ragazzi che frequentano le vicine scuole pubbliche; una leggera modifica della sagoma delle aree di sosta esistenti con panchine; la manutenzione ordinaria degli arredi.

Riqualificazione e ristrutturazione del Parco di via Morali
Investimento: 450mila euro

L’intervento di riqualificazione del Parco di via Morali, progetto importante scaturito da un percorso di progettazione partecipata con il quartiere di Grumello al Piano e con l’Assessorato alle reti sociali, prevede il recupero del Parco di via Morali e la ristrutturazione funzionale del giardino Roggia Colleonesca.
Riguarda un’area di complessiva di 20.000mq e si ispira ad alcuni criteri fondamentali per la vita e il benessere di una comunità di quartiere: tutela della biodiversità e del paesaggio, inclusività, valorizzazione degli alberi tipici della vegetazione locale, degli alberi da frutta e dei filari, accessibilità per le persone con disabilità, implementazione dei servizi al cittadino, spazi per lo sport, il gioco e la convivialità.

A partire dal percorso pedonale interno al quartiere, che collega le aree verdi pubbliche, i vari servizi scolastici e religiosi ed i parcheggi pubblici, l’intero progetto propone una lettura orizzontale degli spazi come se, a lavori conclusi, andasse a costituirsi un unico parco lineare. 1.000mq per aree gioco e belvedere, 1.800mq per attività sportive, 3 aule nel verde, 450mq di aree cani, oltre 2.000mq di orti coltivati, sono alcuni dei numeri che delineano il quadro di questo progetto.

In particolare, il giardino Roggia Puggia (oltre 6.500mq) diverrà un parco didattico grazie agli interventi sui vialetti che verranno ridisegnati, la sostituzione degli arredi, dei giochi e delle pavimentazioni antitrauma presenti, la rimozione delle siepi, la verifica delle alberature presenti mediante VTA, la piantagione di arbusti e filari di querce. Verranno installati nuovi giochi tra gli alberi per salire, scendere, inseguire, saltare e un laboratorio musicale.

Gli orti pubblici di via Tadino/Feramolino verranno incrementati in numero e superficie (1000 mq superficie coltivata in più rispetto agli oltre 1000 mq attuali) grazie allo spostamento dell’area cani nel giardino Roggia colleonesca, e si arricchiranno con la realizzazione di un orto collettivo, un orto accessibile ai disabili, di un deposito attrezzi, una zona pic nic, un anfiteatro a gradoni, molti arredi dedicati a rendere accogliente l’area, bagni pubblici, fontanelle e nuova illuminazione.
In particolare, i 2.065 mq di superficie coltivata saranno così suddivisi: 450mq per gli orti collettivi a terrazze; 686mq per orti singoli tradizionali; 400mq per orti collettivi; 150mq per orti in cassoni per persone a mobilità ridotta; 280mq con erbe aromatiche e fioriture; 141mq a frutteto e piante di vite maritata.
Il giardino Roggia Colleonesca, realizzato nel 2012 e privo di una specifica attrattiva, ospiterà la nuova area cani, spostata dalla zona degli orti, strutture sportive e ricreative.
In particolare, ci saranno 400 mq dedicate ad aree gioco, belvedere e relax; 1.800 mq per le attività sportive (basket, ping pong, workout, footlock, fitness); 450mq per la nuova area cani con tettoia coperta (attualmente sono 250 mq circa); rastrelliere e postazione per la riparazione biciclette, fontanelle e illuminazione.

Ristrutturazione e riqualificazione del Parco della Clementina
Investimento: 500mila euro.

Un progetto che garantirà un miglioramento dell’area dal punto di vista ambientale e paesaggistico, la rimozione totale delle superfici in asfalto, la realizzazione di un’area socialità e la valorizzazione dell’area prato, l’implementazione delle specie arboree e l’inserimento di nuovi spazi fioriti.

In particolare: realizzazione nuovo bagno autopulente prefabbricato con sistema di rivestimento esterno mitigante con doghe in legno; demolizione completa dei camminamenti pedonali in asfalto e rifacimento con nuova pavimentazione in calcestruzzo drenante color terra scura; realizzazione dell’“area socialità” con panchine circolari e continue intorno alle principali alberature d’alto fusto esistenti e con posizionamento di tavoli con sedute; recupero, riordino delle preesistenti pavimentazioni con parziali rimozioni, riposizionamenti e integrazioni e, ove necessario, con lavori di pulizia generale della superficie; rimozione nelle aree gioco delle pavimentazioni in gomma anti trauma e in ghiaietto e sostituzione con nuovo sistema drenante/naturale con corteccia di pino; riordino area cani con suddivisione in due zone, differenziate per tipologia/taglia degli animali, con inserimento di una fontanella; valorizzazione dell’”area prato” esistente tramite inserimento di un nuovo filare di pioppi cipressini; interventi sulle alberature esistenti con integrazione di parti mancanti con alberature a filare o isolate, manutenzione del verde esistente con potature e ridisegno delle strutture appesantite per sovrapposizione eccessiva delle chiome; siepe arbustiva continua di separazione dei locali dell’impianto sportivo (campo di calcio) dal percorso pedonale/carrale di servizio fra Via Rovelli e il Parco; realizzazione di aree fiorite in punti strategici delle aree verdi di passaggio fra i vari ambiti del Parco.

Per quanto riguarda gli interventi sul verde, il progetto è stato sviluppato a partire dal rilievo di tutte le essenze arboree presenti nel Parco, prevedendone l’integrazione e le sostituzioni con piante della stessa tipologia: Bagolaro (Celtis australis, h 4,5 m); Acero (Acer palmatum, h 4,5 m); Tiglio (Tilia europea, h 4,5 m); Quercia di palude (Quercus palustris, h 4,5 m); Pioppo cipressino (Populus nigra “Italica”, h 6,00 m).

L’arredo urbano già presente, in parte anche recentemente sostituito, verrà conservato e parzialmente riposizionato. È comunque previsto il suo potenziamento, a partire dalla valorizzazione dell’area socialità a sud del Parco dove verranno collocati nuovi arredi di forme e disegno moderno con sedute continue circolari posizionate intorno ai preesistenti alberi di grosse dimensioni, e tavoli con panche poste a godere dell’ombreggiatura estiva delle chiome arboree. Infine, le due “panchine intelligenti” già presenti all’interno del Parco, predisposte per sistema wi-fi ed il relativo totem, verranno riposizionate in prossimità dell’ingresso principale nell’area nord – area giochi.

Novità anche per alcune aree cani già esistenti della città (Via Ungaretti; Parco 8 marzo; parco Loreto; Via Goethe) per le quali sono previsti interventi mirati finalizzati a migliorarne la fruibilità attuale. In particolare, i lavori riguardano: rifacimento delle recinzioni, con pannelli modulari metallici, e degli arredi, con l’inserimento di tavoli e panchine; realizzazione di nuovi percorsi e abbeveratoi; posizionamento di nuovi pannelli con il “decalogo” di utilizzo dell’area.
ll progetto, del valore complessivo di 250.000,00 euro, include anche la realizzazione ex novo dell’area cani nel quartieri di Monterosso comprendente recinzioni, pavimentazioni, arredi, impianti e opere del verde.

I lavori dovrebbero concludersi per l’estate 2021.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
parco giardino pubblico di Via Mascagni
Bergamo
“La Città per il verde”, premiato il giardino pubblico di Via Mascagni
Bergamo
Ecosistema urbano 2020
Ambiente: Bergamo sesta città verde della Lombardia, trentesima in Italia
alberi
Verde pubblico
Bergamo, nuovi alberi anti smog in città: investiti 400mila euro
Parco Clementina
Bergamo
Al parco della Clementina nuova area socialità, più alberi e spazi fioriti
orto botanico
Comune di bergamo
Giardino d’inverno e nuova serra per l’Orto Botanico “Lorenzo Rota”
Parco Ovest 2
La polemica
“Il Comune non ceda il terreno al Parco Ovest 2 e protegga la cintura verde”
Guccini bosco della memoria
Parco della trucca
Guccini testimonial del Bosco della memoria per le vittime del Covid a Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI