Il sindacato dei medici Anaao: "Cari colleghi, vaccinateci contro il Covid" - BergamoNews
L'appello

Il sindacato dei medici Anaao: “Cari colleghi, vaccinateci contro il Covid”

Ad oggi in Lombardia sono state somministrate 9.167 dosi di vaccino a fronte delle 80.595 consegnate (circa l’11,4%). Un numero ancora troppo basso per una campagna che non può permettersi ritardi.

Dopo il simbolico V-DAY di domenica 27 dicembre che ha visto la consegna e la somministrazione delle prime 1.620 dosi, è entrato ufficialmente nella sua fase operativa anche in Lombardia il Piano per la vaccinazione anti-Sars-CoV-2.

Come annunciato dal responsabile della campagna vaccinale per la Lombardia Giacomo Lucchini, l’obiettivo è coprire nei mesi di gennaio e febbraio tutti gli operatori sanitari (circa 140 mila), per poi passare nel mese successivo al resto della popolazione seguendo la programmazione territoriale. Tra i primi operatori sanitari che si sono sottoposti al vaccino anche Anna Paola Callegaro, segretaria del sindacato dei medici ANAAO Lombardia per l’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo e virologa – “Sono felice e orgogliosa di essermi sottoposta questa mattina al vaccino anti Covid-19, ad oggi il principale strumento di prevenzione che abbiamo contro la pandemia. Operatori sanitari, medici, infermieri, tecnici di laboratorio: ogni giorno siamo in prima linea per combattere l’emergenza e la nostra è una responsabilità non solo morale, ma deontologica nei confronti di tutte le persone che da marzo a questa parte hanno perso la vita, tra cui anche tanti colleghi”.

Ad oggi in Lombardia sono state somministrate 9.167 dosi di vaccino a fronte delle 80.595 consegnate (circa l’11,4%). Un numero ancora troppo basso per una campagna che non può permettersi ritardi.

Come sottolineato da Stefano Magnone, Segretario Regionale di ANAAO Lombardia“Grazie al via libera al vaccino Pfizer-BioNtech, siamo finalmente giunti a un momento di svolta nella lotta alla pandemia che richiede la piena collaborazione degli operatori sanitari, della popolazione nel suo complesso e di tutte le istituzioni. Per questo, come principale sindacato dei Medici e Dirigenti Ospedalieri, vogliamo fare la nostra parte chiedendo a tutti i colleghi di sottoporsi il prima possibile alla vaccinazione e adempiere al proprio dovere morale che li vede ogni giorno in prima linea nella lotta contro il virus. Da Regione Lombardia e dalle istituzioni ci aspettiamo il massimo impegno non solo per fare in modo che la campagna proceda in modo veloce e lineare, ma anche per superare le polemiche di questi ultimi giorni e convergere quindi verso l’obiettivo comune: ritornare il prima possibile a una vita normale”.

leggi anche
  • I dati
    Covid, in Lombardia 12.790 tamponi e 1.338 positivi: a Bergamo 22 casi
  • Emergenza covid-19
    Locatelli sul vaccino Reithera: “Risultati più che promettenti”
  • L'interrogatorio
    Dalmine, omicidio Colleoni: il figlio si è avvalso della facoltà di non rispondere
  • La prima fase
    Vaccini anti-covid per 150 dei circa 5mila operatori che lavorano al Papa Giovanni
  • La conferenza
    Gasp: “Contro il Parma niente turnover, vogliamo allungare la striscia positiva”
  • I dati dell'epifania
    Covid, nelle ultime 24 ore in Lombardia 92 decessi: 136 nuovi positivi a Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it