Quantcast
Locatelli sul vaccino Reithera: "Risultati più che promettenti" - BergamoNews
Emergenza covid-19

Locatelli sul vaccino Reithera: “Risultati più che promettenti”

Le parole del presidente bergamasco del Consiglio superiore di sanità sui risultati della sperimentazione: "Italia competitiva su tecnologie biomediche"

“I risultati fin qui ottenuti sono più che promettenti, e davvero giustificano l’ingresso nelle successive fasi uno e due”. Il bergamasco Franco Locatelli, Presidente del Consiglio Superiore di Sanità, commenta così all’istituto Spallanzani di Roma i risultati della Fase 1 della sperimentazione del Vaccino italiano ReiThera GRAd- CoV2.

Molti si potrebbero chiedere: perché un nuovo vaccino? “Perché ogni volta che la medicina ha un’arma terapeutica disponibile in più è assolutamente importante – risponde Locatelli – perché è uno strumento che serve per offrire la possibilità di creare un’immunizzazione diffusa che evidentemente è l’unica strada e modo per uscire dalla situazione pandemica che interessa tutto il mondo, e perché dimostra come l’Italia sia in grado di giocarsi partite importanti su quella che è la capacità di generare tecnologia biomedica sofisticata”.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, dopo 28 giorni dalla vaccinazione oltre il 94% dei soggetti nella fascia d’età 18-55 anni vaccinati con una sola dose ha prodotto anticorpi, ed oltre il 90% ha sviluppato anticorpi con potere neutralizzante nei confronti del virus. Inoltre non ci sono state reazioni avverse.

Nella prima fase di sperimentazione sono state arruolate 100 persone: a partire da agosto 45 sono state vaccinate con dosi diverse e tutte sono arrivate alla fine per la valutazione di sicurezza: il vaccino non ha avuto alcun evento avverso grave nei primi 28 giorni dalle vaccinazioni se non un po’ di infiammazione sul sito di iniezione, e in qualche caso stanchezza, mal di testa, qualche linea di febbre.

Il picco di produzione degli anticorpi a quattro settimane resta costante. Gli anticorpi neutralizzanti sono stati trovati in 42 dei 44 volontari ai quali è stato somministrato il vaccino (gli altri volontari hanno avuto il placebo) e le due persone che non hanno sviluppato anticorpi neutralizzanti avevano ricevuto una dose bassa. Il vaccino è a una sola dose e si mantiene stabile a una temperatura di 2-8 gradi.

leggi anche
Tamponi, Covid, Coronavirus,
Report settimanale
Covid, nelle ultime due settimane in Bergamasca bassa incidenza di positivi: 2,6%
vaccino covid garattini
L'intervista
Vaccino Covid, Garattini: “L’immunità arriva una settimana dopo la seconda dose”
Vaccini Treviglio
Asst bg ovest
A Treviglio e Romano 200 vaccini al giorno, il direttore: “Lo consiglio a tutti”
azzonica scuola infanzia bambini natura
Open day 9 gennaio
Azzonica, la scuola dell’infanzia ha un nuovo corso: “Educazione in natura”
vaccino moderna
In europa
Via libera dall’Ema al vaccino Moderna
Vaccinazione anti covid Anna Paola Callegaro
L'appello
Il sindacato dei medici Anaao: “Cari colleghi, vaccinateci contro il Covid”
formazione vaccinazione ospedale alzano
Giovedì 7
Habilita si vaccina: parte la sede di Sarnico
Policlinico San Pietro
Giovedì 7
Istituti ospedalieri bergamaschi: parte la campagna, 1500 vaccinazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it