Quantcast
Covid: da destra a sinistra, i politici bergamaschi concordi sull’importanza di vaccinarsi - BergamoNews
La campagna

Covid: da destra a sinistra, i politici bergamaschi concordi sull’importanza di vaccinarsi

Da Violi a Gallone, da Carretta a Belotti, a Carnevali e Tremaglia

Prima l’invito del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che nel discorso di fine anno ha rimarcato l’importanza di vaccinarsi contro in Covid 19.

Poi l’invito di Maurizio Viecca, primario dell’ospedale Sacco di Milano, ai politici di farsi fotografare mentre fanno il vaccino anti-Covid per essere di esempio a tutti i cittadini.

I politici bergamaschi accolgono volentieri questa sollecitazione, ma con delle precise indicazioni, la prima: occorre diffondere informazioni chiare, corrette e semplici che rassicurino i cittadini. La seconda: “Prima si pensi alle persone più fragili come gli anziani e gli over 65 e le persone più esposte al virus”.

daniele belotti

“Il vaccino? Lo farò ma non voglio scavalcare la fila – afferma l’onorevole leghista Daniele Belotti -. Anzi se serve sono anche disposto a lasciare il mio posto, quando toccherà a me, a chi avesse urgenza o fretta di farlo. Aspetto con tranquillità il mio turno, ma ritengo importante che la gente lo faccia per poter tornare al più presto a una vita normale”.

Alessandra Gallone

“Ritengo che il vaccino sia una grande opportunità e che la ricerca abbia compiuto una grande opera. Per questo la campagna dovrà essere a tappeto e gratuita per tutti. Naturalmente io sono pronta. Ma ritengo che prima sarebbe doveroso dare la precedenza a chi ne ha più diritto, come ha detto anche il Presidente della Repubblica”. così la senatrice Alessandra Gallone di Forza Italia.

Andrea Tremaglia

“Il buon esempio è giusto chiederlo ai politici, così come ai personaggi pubblici per una buona causa. Ed è giusto anche darlo il buon esempio – sottolinea Andrea Tremaglia di Fratelli d’Italia -. Non so se basta, la vicenda del presidente della Campania De Luca per esempio ha sortito altre polemiche, o se davvero dobbiamo affidarci a Fedez o Ferragni per capire l’importanza di sottoporsi a questo vaccino. Mi permetto di dire che prima dei politici lascerei spazio alle fasce di popolazione più fragili, come gli anziani in particolare quelli nelle Rsa che sono stati i soggetti più colpiti in questo ultimo anno, e i professionisti più esposti al contagio come coloro che lavorano nella sanità. Ho 33 anni e sono un politico, mi darei sicuramente da fare per sostenere una campagna mediatica fatta bene e che arrivi a tutti per far comprendere la certezza medica di questo vaccino, come è nato e perché è stato realizzato in così poco tempo. Non credo siano tutti No Vax, però mi si permetta di dire che negli ultimi mesi una parte della comunità scientifica non è stata chiara e coerente. Ora occorre chiarezza sull’informazione, accessibilità ai vaccini e velocità: prima lo facciamo, prima torniamo tutti ad una normalità”.

Dario Violi

“Non avrei problemi nel sottopormi al vaccino o a fare da testimonial perché le persone si sottopongano ad esso – spiega Dario Violi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle – essendo iperimmune sto continuando a donare il plasma per la sperimentazione, l’ultima volta la vigilia di Natale, quindi mi pare totalmente inutile”.

elena carnevali

“Certo che lo farò. Senza timori e rispettando il calendario vaccinale del ministero quindi quando sarà “il mio turno” – risponde l’onorevole Elena Carnevali del Partito Democratico -. L’attesa dell’ok da parte di Ema al vaccino di Astrazeneca , autorizzazione già rilasciata in altri Paesi, è sintomo di rigorosa attenzione e scrupolo ai dossier ed ai risultati su sicurezza ed a efficacia, già praticata sui vaccini che stiamo offrendo in Italia. Ed è una grande opportunità per la salute collettiva, oltre che per quella individuale. Raggiungere presto l’immunità di gregge è fondamentale per tornare presto alla socialità e alla ripresa più equa e più giusta”.

niccolò carretta

“Condivido gli appelli ai politici che diano il buon esempio – conclude Niccolò Carretta, consigliere regionale di Azione -. Il vaccino contro il Covid è sicuro e serve a proteggere noi stessi e soprattutto i più deboli vicino a noi. Appena possibile lo farò e spero che possa essere di esempio rassicurante soprattutto per i più giovani”.

leggi anche
Sergio Mattarella - discorso di fine anno 2020 - foto Quirinale
Il discorso di fine anno
Mattarella: “Vaccinarsi è un dovere, lo farò non appena possibile”
Sergio Mattarella
L'intervento
Mattarella: “Il virus tende a dividerci, collaboriamo nella responsabilità”
Generico gennaio 2021
I dati
Covid, 14.245 nuovi casi in Italia, 347 decessi: a Bergamo 34 contagi
vaccino anti covid ospedale di Treviglio
Asst bergamo ovest
Vaccino anti Covid: sessanta professionisti si sottopongono all’ospedale di Treviglio
Giulio Gallera
In lombardia
Gallera: “Vaccinazioni anti Covid, da lunedì diecimila al giorno”
Quarantena Pexels
Ats bergamo
Covid, capodanno in isolamento obbligatorio per 1328 bergamaschi
polizia locale
In città
Spostamenti non giustificati e mancato rispetto del coprifuoco: 7 multe durante le festività
Generico gennaio 2021
I dati di lunedì 4 gennaio
Covid, in Lombardia ancora in calo le terapie intensive: a Bergamo 38 nuovi casi
Tamponi, Covid, Coronavirus,
Report settimanale
Covid, nelle ultime due settimane in Bergamasca bassa incidenza di positivi: 2,6%
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it