BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Curno, trasloco nella nuova biblioteca attesa da 23 anni

Con una catena di libri, che vedrà coinvolte 250 persone, sabato 9 gennaio inizierà il trasloco dall'attuale biblioteca verso quella nuova

“Non c’è nulla che mi faccia sentir male come la porta chiusa di una biblioteca” scriveva la giornalista e scrittrice americana Barbara Tuchman sul “New Yorker” del 21 aprile 1986, durante una raccolta fondi per la New York Public Library, mai pensando che se fosse vissuta a Curno avrebbe dovuto attendere più di vent’anni prima che quella porta si aprisse.

Per il prossimo sabato 9 gennaio l’amministrazione comunale di Curno ha annunciato l’inaugurazione della nuova biblioteca “Rita Levi Montalcini” e dell’auditorium “Fabrizio De André”, in via IV Novembre, nel campus scolastico dove sono in funzione la scuola primaria, le medie e il centro sportivo.

“L’Amministrazione Comunale – ha scritto il sindaco Luisa Gambaè lieta di comunicare che, dopo un’odissea durata ventitré anni, il nostro paese potrà finalmente inaugurare la sua nuova biblioteca, a cui è annesso un auditorium con 170 posti a sedere”. Una priorità presente nel piano delle opere pubbliche delle quattro amministrazioni comunali precedenti: prima il sindaco Mario Bianchi, poi Annamaria Morelli, Angelo Gandolfi e Perlita Serra.

Il progetto, redatto nel 1997 dall‘Archea Studio associati, è un edificio di 2 mila metri quadrati realizzato come un monolite che nel prospetto principale ricorda un libro aperto, attraversato da un tetto-gradinata utilizzabile anche per spettacoli open-air in modo da estendere la piazza pubblica antistante. Stupenda dal punto architettonico e con i lavori quasi terminati nel 2010, l’opera si è bloccata tra problemi burocratici e controversie legali. Con il collaudo e la verifica finale il primo cittadino ha potuto comunicare l’apertura della Casa della Cultura.

“Il 9 gennaio prossimo, date le attuali condizioni sanitarie e le norme in vigore, non potremo svolgere l’inaugurazione con la partecipazione dei cittadini, a cui queste strutture sono destinate. D’altra parte non volevamo rinunciare a ‘celebrare questo momento’. Abbiamo quindi pensato di organizzare nel pieno rispetto delle norme anti Covid, una manifestazione in forma statica all’aperto. Una ‘Catena di libri’ che si concretizzerà nel trasferimento fisico di alcuni testi (preventivamente sanificati), dalla vecchia sede della biblioteca sino alla nuova sede attraverso una ‘catena umana’ all’aperto, organizzata e composta da non più di 250 partecipanti, che uniranno idealmente vecchia e nuova sede. I partecipanti potranno essere presenti solo su invito e si posizioneranno su postazioni numerate lungo il percorso ad una distanza di un metro l’una dall’altra, indosseranno la mascherina e i guanti”.

“Il resto della cittadinanza – conclude il primo cittadino – non potrà essere presente ma avrà la possibilità di seguire la cerimonia grazie allo streaming. Appena la situazione sanitaria ce lo permetterà la biblioteca sarà aperta al pubblico e saranno organizzate delle visite alla struttura. La speranza è di poter celebrare con la cittadinanza l’apertura della biblioteca auditorium in primavera”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Tarcisio Foresti
    Scritto da Tarcisio Foresti

    be che dire, nel paese dove è bello vivere… alera pò ura, e se ne vantano anche. VERGOGNA…