Quantcast
Botti nerazzurri di inizio anno: Sassuolo knock-out - BergamoNews
Analisi&pagelle

Botti nerazzurri di inizio anno: Sassuolo knock-out

Nell'era Gasperini l'Atalanta ha ottenuto otto vittorie e un pareggio contro i neroverdi.

L‘Atalanta apre il 2021 con una goleada che annichilisce letteralmente il Sassuolo, abituato ormai a subire sonore sconfitte a opera dei neroazzurri . Nell’era Gasperini infatti la Dea ha ottenuto otto vittorie e un pareggio contro i neroverdi.

Oltre alle sconfitte, ultimamente la squadra di De Zerbi ha dovuto far i conti anche il numero di reti subite.

Il dominio degli emiliani al Gewiss Stadium è durato infatti solo dieci minuti in cui Gollini ha saputo a tener in ghiaccio lo 0-0 grazie a due interventi particolarmente importanti. Da quel momento ha preso il via l’assolo della Dea che, complice l’ispirazione ritrovata della coppia Ilicic-Pessina termina il primo tempo con due goal di vantaggio. Memore del secondo tempo di Bologna, la formazione orobica ha continuato ad attaccare anche nella ripresa chiudendo la pratica con Zapata e arrotondando il punteggio con Gosens e Muriel.

Dopo la piccola sosta natalizia, l’Atalanta ha ripreso alla grande, ora servirà imbastire una serie di risultati continui in questo lungo mese di gennaio pieno di impegni.

Le pagelle

Gollini 6,5: Pronti via, l’estremo difensore si fa trovare pronto in un’uscita su Muldur e sul mancino da fuori di Kyriakopoulos.

Djimsiti 7: Lo svizzero naturalizzato albanese lavoro molto bene nel ruolo dell’assente Toloi fornendo una buona copertura. (Depaoli SV)

Romero 7: Il giocatore di proprietà della Juventus esce a marcare sia Boga che Berardi a seconda delle circostanze, riuscendo nell’intento di non farli girare verso la porta con tempi di anticipo quasi sempre impeccabili. È suo il lancio lungo a cercare la sponda di Zapata in occasione del 4-0. Diffidato, salterà Atalanta-Parma.

Palomino 7: Ad inizio gara l’argentino si fa superare da Muldur in profondità, dopodiché prende le misure a tutti giocando spesso con un baricentro molto alto e scambiandosi nelle marcature con Romero offrendo un eccellente lavoro di squadra. Sfiora anche la rete a metà primo tempo con un destro al volo che termina di poco alto.

Hateboer 6,5: Il nazionale orange corre molto tracciando solchi sulla fascia destra. Manca il bersaglio in un paio di occasioni nella prima frazione di gioco dove, con maggior precisione, sarebbe riuscito a realizzare una rete.

De Roon 7,5: Il numero 15 della compagine orobica offre un primo tempo sontuoso fatto di dominio a centrocampo e condito dall’assist per il primo gol di Zapata. Al rientro in campo appare meno lucido andando a rimediare anche un cartellino giallo.

Freuler 8: Il metronomo atalantino non solo offre tanta quantità in mezzo al campo, ma diventa un assist-man di qualità nella ripresa: un tacco per Zapata e un filtrante per Muriel che incorniciano l’ottima prova dell’elvetico.

Gosens 7,5: I suoi chilometri instancabili sulla corsia mancina non sono una novità di cui stupirsi. Al 57′, anche grazie ad una deviazione di Ferrari, viene premiata la sua cavalcata centrale con un gol che lo mette alla pari di Sergio Ramos.
(Ruggeri SV)

Pessina 9: Crescita continua e a tratti esponenziale per il ragazzo che, nell’ordine, recupera palla sulla trequarti sull’1-0; avvia l’azione del 2-0 con visione di gioco, fa settanta metri di campo e la chiude con gol; partecipando inoltre nella costruzione della terza rete. Tanta sostanza e un’intesa sempre maggiore con Ilicic. (Muriel 7: Si conferma cannoniere della squadra nonostante anche in questo caso subentri a gara in corso. Possiede infatti una media invidiabile di un gol ogni cinquantandue minuti in questa Serie A)

Ilicic 8: Il professore è colui che tenta il tiro con una continuità impressionante ma la mira non è delle migliori. È comunque sempre una spina nel fianco e a pochi secondi dalla fine del primo tempo appoggia uno splendido assist al bacio per Pessina. (Malinovskyi 6,5: L’ucraino gioca molto tra le linee, perfora spesso la linea di centrocampo emiliana, ma viene stoppata da quella difensiva)

Zapata 8,5: Il colombiano è ispirato e trascina l’Atalanta con due reti, la sponda che lancia Gosens per il 4-0 e lo strappo che porta al pokerissimo. E ci aggiungiamo pure un legno colpito al 35′.
(Miranchuk SV)

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI