Gallera: “Vaccinazioni anti Covid, da lunedì diecimila al giorno” - BergamoNews
In lombardia

Gallera: “Vaccinazioni anti Covid, da lunedì diecimila al giorno”

“Chi utilizza delle graduatorie riferite a tre giorni, di cui uno festivo, per continuare a cavalcare polemiche pretestuose, dimostra assenza di responsabilità istituzionale e politica”

In Lombardia “partirà lunedì 4 gennaio, secondo la programmazione originaria della Direzione Generale Welfare, la vaccinazione del personale delle Asst, Irccs , Spedalità privata e Rsa. Si prevede una capacità di somministrazione iniziale fino a un massimo di 10.000 dosi al giorno, che potrà essere successivamente incrementata fino a 15.000”.

Lo comunica l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera in merito all’avvio della campagna vaccinale anticovid sul territorio lombardo.

“Questi numeri – sottolinea l’assessore – saranno in grado di rispondere al fabbisogno di coprire la popolazione sanitaria delle strutture con l’obiettivo di raggiungere il requisito di “covid free”, rispettando la scadenza fissata per tutte le regioni, entro la fine del mese di febbraio, con la dose di richiamo da effettuare dopo 21 giorni. Chi utilizza delle graduatorie riferite a tre giorni, di cui uno festivo, per continuare a cavalcare polemiche pretestuose, dimostra assenza di responsabilità istituzionale e politica”.

“Per l’avvio della campagna vaccinale – prosegue Gallera – sono state consegnate il 27 dicembre mattina 1620 dosi. Sono state trasferite in parte a tutti i capoluoghi di provincia e in due luoghi simbolo, Alzano e il Trivulzio. Il rimanente è stato utilizzato al Niguarda e al Sacco, stante anche la necessità di esaurirle in 4 giorni. Nel corso dei giorni successivi sono state comunicate le ipotesi di consegna, per questa prima tranche, immaginata dalla struttura Commissariale al 4 di gennaio ( prima prevista per metà gennaio). Nello specifico è stato trasmesso un anticipo e un frazionamento delle consegne secondo la progressione di seguito riportata (la consegna, ipotizzata per il 29 è poi slittata al 30).

Consegna Vassoi fiale (x195) dosi (x6):

30-dic: 80.595

04-gen: 76, 14.820, 88.920

11-gen: 83, 16.185, 97.110

18-gen: 83, 16.185, 97.110

25-gen: 98, 19.110, 114.660.

Queste dosi servono per il fabbisogno della popolazione oggetto della prima fase di vaccinazione: Areu Croci 45.546; Areu Dipendenti 428, Asst 116.457; Ircss 12.638; Mmg 10.819; Spedalità privata 32.856; Rsa 124.480; Totale 343.224.

“Dal 30 dicembre, giorno in cui abbiamo ricevuto le nuove dosi – ha concluso l’assessore – si è comunque proceduto in alcune Asst alla somministrazione di vaccini, prevedendo di proseguire, in modo massiccio e puntuale, dal 4 gennaio. Una scelta ponderata e attenta, motivata anche dal fatto che nei giorni delle festività parte del personale ha goduto di un sacrosanto riposo, visto che dal mese di febbraio, come in nessun altra regione italiana, è sotto pressione per la violenza con cui il virus ha colpito il nostro territorio. Ci auguriamo per questo che dal Governo arrivi, soprattutto per la fase che coinvolgerà la popolazione, il personale aggiuntivo promesso”.

leggi anche
  • Il report
    In Lombardia oltre 2000 persone vaccinate finora: i dati di ogni regione
  • L'intervista
    Pizzolato: “Vaccino obbligatorio? La Costituzione offre una traccia: si può con seri limiti”
  • Asst bergamo est
    Vaccino, dal 4 gennaio si parte anche a Seriate con 1.200 operatori
  • L'intervista
    Vaccino Covid obbligatorio? Roberta Villa: “È propaganda, adesso i problemi sono altri”
  • Bergamo
    Palafrizzoni destina altri 30mila euro alle associazioni, 145 gli enti beneficiari di contributi
  • Comune di bergamo
    Giardino d’inverno e nuova serra per l’Orto Botanico “Lorenzo Rota”
  • Bergamo
    Cimitero monumentale: si rifanno alcuni impianti dell’illuminazione votiva
  • I dati
    Covid, 14.245 nuovi casi in Italia, 347 decessi: a Bergamo 34 contagi
  • Tensione in maggioranza
    Ritardi nei vaccini, Lega contro Gallera: “Né in cielo né in terra la scusante dei medici in ferie”
  • La campagna
    Covid: da destra a sinistra, i politici bergamaschi concordi sull’importanza di vaccinarsi
  • Cultura
    Curno, trasloco nella nuova biblioteca attesa da 23 anni
  • No al rimpasto
    +Europa: “Basta emergenza, la Giunta lombarda si dimetta, si torni al voto”
  • Rimpasto in giunta
    Regione Lombardia, ormai certo: fuori Giulio Gallera, dentro Letizia Moratti
  • Il rimpasto
    Fontana: “Tre assessori nuovi, Letizia Moratti anche vicepresidente della Regione Lombardia”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it