BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Black out elettrici, 54 sindaci bergamaschi scrivono al Prefetto

L'appello al Prefetto, redatto dal Sindaco di Scanzorosciate Davide Casati che già in passato si era rivolto ad E-Distribuzione ed Arera segnalando i disservizi nel Comune che amministra (lo scorso anno alcune frazioni erano rimaste tre giorni senza elettricità), è stato sottoscritto dai altri 53 primi cittadini

I black out elettrici che hanno lasciato nei giorni scorsi migliaia di bergamaschi senza luce ed elettricità non sono certo una novità nella nostra provincia. Per questo 54 sindaci hanno deciso di scrivere al Prefetto di Bergamo Enrico Ricci, chiedendo un incontro per esporgli la situazione e auspicando ad un suo intervento di sollecitazione alle istituzioni nazionali (MEF e MISE) affinché, insieme ad E-Distribuzione ed Arera, programmino i dovuti interventi sulla rete elettrica.

L’appello al Prefetto, redatto dal Sindaco di Scanzorosciate Davide Casati che già in passato si era rivolto ad E-Distribuzione ed Arera segnalando i disservizi nel Comune che amministra (lo scorso anno alcune frazioni erano rimaste tre giorni senza elettricità), è stato sottoscritto dai primi cittadini qui elencati.

“I disagi arrecati a migliaia di cittadini per l’interruzione di fornitura dell’energia elettrica iniziano a diventare un serio problema – si legge nella lettera (qui il testo integrale) -. Non possiamo parlare di digitalizzazione, telelavoro, telemedicina, banda larga, etc. se nelle abitazioni e nelle aziende non arriva la corrente elettrica. Purtroppo è alcuni anni che in alcuni Comuni bergamaschi l’interruzione di fornitura di energia elettrica è una costante. A ciò si aggiunga che da diversi mesi si verificano costanti cali di tensione che danneggiano in modo irreparabile le attrezzature collegate alla rete (causando danni economici ad aziende e famiglie)”.

“L’adesione ampia e trasversale alla richiesta di un incontro con il Prefetto dimostra quanto sia effettivamente prioritario affrontare la questione della funzionalità della rete elettrica nella nostra provincia – spiega Davide Casati -. Non è possibile rimandare ulteriormente gli interventi necessari, che sono essenzialmente di ammodernamento delle cabine e messa in sicurezza degli impianti, per evitare che ad ogni evento atmosferico avverso corrispondano periodi di black out dovuti a rami o piante che si abbattono sui tralicci. Durante l’ultima nevicata – prosegue Casati – migliaia di bergamaschi sono rimasti senza elettricità, con enormi disagi sia per i cittadini che per le attività, senza contare che da diversi mesi si verificano costanti cali di tensione che danneggiano in modo irreparabile le attrezzature collegate alla rete, causando danni economici”.

I Sindaci, inoltre, evidenziano “la necessità di un miglior sistema di comunicazione tra E-distribuzione ed i Sindaci: infatti non sempre siamo aggiornati sul perché di queste continue interruzioni o cali di tensione e non possiamo così rispondere alle centinaia di richieste che i cittadini ci sottopongono”.

La lettera è stata inviata al Prefetto lo scorso 31 dicembre. “L’auspicio – conclude Casatiè poter incontrare quanto prima il Prefetto e concordare con lui azioni ed interventi al fine di risolvere i problemi della rete elettrica e garantire ai cittadini l’erogazione di energia senza interruzioni e imprevisti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.