BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembate, sospetti sul bando comunale: in 4 rischiano il processo

L'inchiesta era partita nel maggio del 2018 in seguito agli sviluppi di una causa di separazione tra coniugi

Più informazioni su

Falso e abuso d’ufficio: con queste accuse il pm Fabrizio Gaverini ha chiesto il rinvio a giudizio per quattro persone legate al Comune di Brembate in merito a due bandi per la presa in carico di una volontaria.

L’inchiesta, condotta dagli uomini della Guardia di finanza di Treviglio, era partita nel maggio del 2018 in seguito agli sviluppi di una causa di separazione tra coniugi.

La vicenda si concentra proprio con la presa in carico della volontaria per due bandi per servizio civile e leva civica riguardanti la gestione della biblioteca comunale. Ma la donna sarebbe stata dirottata poi all’Ufficio anagrafe, con mansioni diverse da quelle previste e quindi violando la legge.

Ma ci sarebbe pure un retroscena. La volontaria avrebbe infatti avuto una relazione (extraconiugale) con un dirigente comunale, che faceva parte della commissione comunale incaricata di selezionare i candidati.

Nell’intreccio comunale-coniugale spunta poi un ricorso al Tar, vinto dall‘ex moglie del dirigente. La donna, dubitando della regolarità dei due bandi, a ottobre 2017 aveva chiesto la relativa documentazione al Comune, che respinse la richiesta parlando di dati sensibili. Ma quando il Tar condannò il Comune a esibirla, risultò inesistente.

La volontaria alla fine si dimise prima della fine del suo servizio e il suo posto fu preso da una società di ingegneria che, secondo la denuncia, apparteneva sempre al dirigente.

L’udienza preliminare è stata fissata per il 2 marzo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.