Moderno e funzionale: è online il nuovo sito del Comune di Treviolo - BergamoNews
Il comune informa

Moderno e funzionale: è online il nuovo sito del Comune di Treviolo

Sono stati implementati i servizi digitali che permettono all’utente di svolgere le pratiche via web

È on-line il nuovo sito internet del Comune di Treviolo. Accessibile digitando www.comune.treviolo.bg.it, è moderno, funzionale e intuitivo: consente all’utente di reperire in tutta comodità le informazioni di cui ha bisogno e svolgere numerose operazioni grazie alle sezioni integrate e rinnovate.

Il sito, facile da consultare e graficamente ordinato, è stato presentato alla sede del municipio con una conferenza stampa alla presenza dell’assessore all’Innovazione, comunicazione e politiche giovanili Martina Locatelli, Giovanni Bonati della Globo srl di Treviolo, l’azienda informatica che lo ha realizzato e Adriano Merigo, presidente della Commissione comunale Comunicazione e Innovazione.

Particolare rilevanza è stata data allo sportello telematico, come spiega l’assessore Locatelli: “Grazie alla digitalizzazione di oltre 600 procedimenti, l’utente può presentare le pratiche di cui ha bisogno direttamente online dal proprio pc, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, senza quindi doversi fisicamente recare allo sportello fisico presso il Comune, che comunque resterà operativo per tutte le persone che non hanno dimestichezza con il computer”.

Un lavoro lungo che ha coinvolto anche i dipendenti comunali, che hanno collaborato con la Globo per consentire la messa online di tutta la modulistica necessaria alla creazione dello sportello telematico.

Non solo: per rendere il nuovo portale il più fruibile possibile, prima della messa online il sito è stato presentato dai tecnici della Globo anche alla Commissione Comunicazione e Innovazione, composta da cittadini che più di un anno fa hanno risposto all’invito dell’Amministrazione di contribuire ai diversi settori che fanno capo al Comune. Lo spiega il presidente Merigo: “Abbiamo dedicato diverse sedute all’analisi del nuovo sito e del portale telematico testando le diverse sezioni, provando a navigare e simulando l’inoltro delle pratiche, cercando di immedesimarci nel comune cittadino che si trova ad utilizzare questo nuovo servizio. Abbiamo quindi presentato le nostre osservazioni con l’intento di rendere il sito il più fruibile possibile per tutte le fasce della popolazione”.

Giovanni Bonati della Globo ha sottolineato quanto l’Amministrazione comunale sia stata all’avanguardia in questo progetto: “Treviolo è uno dei pochi Comuni che ha scelto di digitalizzare il cento per cento delle pratiche. Un grande salto di qualità per quanto riguarda l’innovazione e i servizi online, una scelta coraggiosa e lungimirante, dato che nei prossimi anni anche le altre Amministrazioni dovranno adeguarsi ai tempi che cambiano e all’utilizzo sempre maggiore delle nuove tecnologie”.

Il nuovo sito prevede quattro sezioni denominate rispettivamente “L’amministrazione”, “Gli uffici dalla A alla Z”, “I servizi”, “Vivere Treviolo” e “I servizi online”. Cliccando sulla prima è possibile avere a portata di mano i dati relativi al sindaco, alla giunta, al consiglio e alle commissioni, mentre la seconda raccoglie tutti i dettagli sugli uffici, le competenze, gli indirizzi, il personale di riferimento e i contatti.

La terza sezione è dedicata ai servizi offerti dall’ente in merito a comunicazione, ecologia e ambiente, innovazione, istruzione e scuola, lavoro, pari opportunità, politiche giovanili e sport. Una novità importante, come spiega l’assessore Locatelli: “Ci sono settori, come ad esempio l’innovazione, la comunicazione, le politiche giovanili ole pari opportunità che difficilmente un cittadino riesce a ricondurre ad un ufficio specifico. Così abbiamo inserito anche i riferimenti di questi ambiti per fare in modo che, chi avesse bisogno di informazioni o contatti, sappia a chi rivolgersi”.

La quarta sezione conduce alla rete bibliotecaria bergamasca, la scuola, le farmacie, le associazioni e gli spazi comunali.

Infine, vi sono “I servizi online”, che sono stati implementati sfruttando le potenzialità della digitalizzazione e sono fruibili in tutta sicurezza tramite SPID, CNS o CIE; tra questi è compreso lo sportello telematico per la presentazione di tutte le pratiche digitali.

Al centro dell’home page campeggia la sezione “News” dove si possono visualizzare le ultime notizie e gli aggiornamenti del Comune, mentre spostandosi verso il basso si trovano rimandi allo sportello telematico, la funzione PagoPA per effettuare i pagamenti elettronici; la sezione Amministrazione trasparente per accedere ai dati, ai documenti e alle informazioni in possesso al Comune; e l’albo pretorio per visionare liberamente gli atti e i provvedimenti amministrativi.

Scendendo ulteriormente si trovano sezioni che conducono al calendario degli eventi organizzati sul territorio (cultura, mostre ed eventi istituzionali), la sezione dedicata ai bandi di gara, la sezione dei bandi di concorso finalizzati alla ricerca e all’assunzione di personale, per terminare con un box per consultare lo statuto e i regolamenti comunali.
Durante la conferenza stampa sono stati presentati anche i futuri progetti comunali, sempre in ambito innovazione: “Il processo di digitalizzazione non termina con la creazione di sito e sportello telematico. Nei prossimi mesi realizzeremo un opuscolo cartaceo informativo che descriverà in modo semplice e chiaro tutti i servizi digitali comunali disponibili, dall’app al sito; inoltre organizzeremo delle serate informative e apriremo uno sportello di sostegno digitale dedicato alla fascia di popolazione che non ha competenze digitali” spiega l’Assessore Locatelli.

Il percorso di digitalizzazione intrapreso dall’Amministrazione comunale di Treviolo è quindi solo all’inizio.

 

ARTICOLO A CURA DEL COMUNE DI TREVIOLO
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it