Quantcast
Zenoni: "Piano Neve efficace: non usati tutti i mezzi così da garantire la raccolta rifiuti" - BergamoNews
Bergamo città

Zenoni: “Piano Neve efficace: non usati tutti i mezzi così da garantire la raccolta rifiuti” fotogallery

La risposta dell'amministrazione comunale e di Aprica all'interrogazione della Lega e alle critiche circa la gestione della nevicata in città di lunedì 28 dicembre

La copiosa nevicata di 28 dicembre non ha portato solo gioia e felicità per un lunedì natalizio imbiancato, ma anche numerosi disagi sulle strade cittadine, creando incidenti, mandando in tilt il traffico e ricoprendo di oltre 25 centimetri manto stradale e marciapiedi.

Le polemiche non sono mancate, da cittadini e dagli esponenti delle minoranze, tanto che i consiglieri comunali della Lega Ribolla e Rovetta hanno depositato nel corso della giornata un’interrogazione per chiedere chiarimenti circa il Piano Neve 2020/2021 del Comune di Bergamo, considerato inefficiente.

leggi anche
Neve bus Bergamo dicembre 2020
Bergamo
La denuncia della Lega: “Solo 50 mezzi in azione sui 120 previsti: inefficace piano neve”

Nel progetto di intervento anti neve dell’amministrazione comunale era prevista la messa in campo 1.800 tonnellate di sale stoccate presso la sede di Aprica, 120 mezzi in reperibilità, 43 percorsi individuati; 320 km di viabilità interessata dagli interventi, 10 unità operative reperibili h24; 11 società esterne coinvolte e 40 spalatori manuali in caso di nevicate abbondanti. E, ancora, diversi mezzi con spargisale per la rimozione della neve dai marciapiedi e dalle strade.

A fronte delle polemiche e delle critiche nei confronti di un intervento ritenuto poco efficace e realizzato in ritardo, l’assessore alla mobilità Stefano Zenoni e Renato Pennacchia di Aprica hanno voluto fare un conto della giornata facendo luce sulla gestione della nevicata in città.

“Il fenomeno nevoso che ha interessato tutto il territorio bergamasco nella mattinata di lunedì 28 dicembre è stato per intensità certamente uno dei più significativi degli ultimi decenni, quantomeno in ambito urbano. Oltre 25 centimetri di neve sono caduti sulle strade cittadine in poche ore, senza interruzione. In tali condizioni, il pre-salaggio delle strade ha effetti contenuti, così come il passaggio di un mezzo spalaneve viene vanificato dopo poche decine di minuti e il deposito di neve riprende rapidamente”, ha dichiarato Pennacchia che ha voluto precisare come le attività di Aprica siano cominciate nel pomeriggio del 27 dicembre, con lo spargimento di 160 tonnellate di sale lungo le vie cittadine secondo le priorità previste dal Piano, e siano continuate nella notte e nelle prime ore del mattino: svolgendo in totale 1200 km di passaggi solo nella giornata di domenica 27 (la rete cittadina è di 320 km).

Le operazioni di Aprica anti neve con la salatura proseguiranno anche nelle prossime ore per affrontare le rigide temperature della notte che possono portare a gelate.

“L’effetto di questa nevicata è stato molto evidente in tutti i comuni della bergamasca, sia sulle strade comunali sia su quelle di categoria superiore. Il blocco dell’asse interurbano, ad esempio, ha avuto un effetto molto negativo sulla città e le zone limitrofe. Mi sia permessa la considerazione che tali disagi non hanno seguito i confini politici delle amministrazioni, e mi risultano infatti disagi (e analoghe discussioni a parti inverse, con fotografie e reportage dettagliati) in molti comuni. Sono dunque solidale con la fatica degli amministratori di tutti i colori politici che si sono impegnati al meglio delle loro possibilità per contenere i disagi”, ha aggiunto l’assessore Zenoni, convinto che sia stato fatto tutto il possibile per non creare disagi in città “mantenendo sempre però la consapevolezza che si possa sempre migliorare”.

L’assessore Zenoni ha voluto rispondere in occasione della conferenza di stampa anche all’interrogazione presentata dal Carroccio incentrata, in particolare, sul perché il Comune e Aprica abbiamo messo al lavoro solo 50 mezzi anti neve sui 120 previsti dal Piano.

“Il Piano Neve ha nella sua dotazione la possibilità di utilizzare fino a 120 mezzi e attrezzature, usando anche i mezzi destinati ad altri servizi (esempio il recupero di rifiuti o interventi di igiene urbana). Ma le circostanze di questo 28 dicembre, giorno successivo a 3 giorni festivi consecutivi, hanno richiesto di mantenere i servizi di recupero di rifiuti per alcuni contesti cittadini, e di conseguenza la flotta indicata si è divisa tra questi due servizi; da questo discende il conto sui mezzi in opera nelle prime ore del mattino richiamato nell’interpellanza e spiega l’utilizzo dei restanti”.

Il Comune ha svolto anche lunghi sopralluoghi nelle aree verdi della città, decidendo di chiudere tutti i parchi e i giardini. Ecco i principali eventi registrati:

– via Codussi angolo via Noli, Cedrus spezzato a metà altezza dal peso della neve, sarà necessaria l’eliminazione completa della pianta
– Pista ciclabile della Green Way, tutto il tratto, rami caduti a terra
– Giardino Frizzoni, ramo caduto nel giardino, andrà messo in sicurezza il Celtis confinante con la via Crispi
– Giardino di Via Einstein/Lagrange quartiere di Colognola rami caduti a terra da recuperare
– Piazzale Marconi, Pinus pinea di grandi dimensioni abbattuto dal peso della neve, non dava preoccupazioni e sarebbe stato oggetto di ulteriore potatura di alleggerimento (intervenuti i Vigili del Fuoco)
– viale Giulio Cesare, parte alta quartiere Monterosso rami di Cedrus sulla sede stradale, ostruiscono il transito veicolare, recuperati da Aprica che sta svolgendo il lavoro
– Piazza Pacati, limitrofa al viale, Monterosso, rami sui prati da recuperare, spezzati dalla neve
– Parco Rosselli, attualmente chiuso al pubblico, rami di Ulmus spezzati da recuperare
– via Mazzini angolo Statuto, ramo spezzato di conifera, già recuperato
– via Puccini 19, piccolo alberello adagiato al cancelletto della proprietà privata, oggi viene spostato

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Neve bus Bergamo dicembre 2020
Bergamo
La denuncia della Lega: “Solo 50 mezzi in azione sui 120 previsti: inefficace piano neve”
trattore coldiretti spalaneve
Lunedì
Trattori Coldiretti in azione sulle strade bergamasche per pulirle dalla neve
asse bloccato neve
I disagi
Neve e incidenti: mattinata da incubo per gli automobilisti sull’Asse
Neve bergamo
Tra domenica e lunedì
Neve. E nella notte Bergamo si è imbiancata
treno soppresso
Rfi e ferrovienord
Scatta il piano neve in Lombardia: lunedì meno treni
28 dicembre, nevicata a Bergamo
Lunedì mattina
Bergamo, in città in azione 50 mezzi per pulire le strade: guarda il lavoro in tempo reale
strada ghiacciata gelata bergamo (Foto Michela Mazzucotelli)
Martedì mattina
Strade ghiacciate: attenzione automobilisti, ma anche pedoni
Tamponi Coronavirus
Aeroporto
Tamponi a Orio al Serio, dopo la neve ripristinato il servizio al tendone
La coda sulla Villa D'Almé-Dalmine
La polemica
Disagi per la neve, la Provincia attacca la ditta incaricata: “Revocheremo il contratto”
Aprica ,e Ruah anti neve
Bergamo città
Ghiaccio e neve: al lavoro la Ruah e i volontari di BergamoXBergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI