BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stroncato da un infarto l’enologo bergamasco Marcello Monzio Compagnoni

Aveva 54 anni e gestiva la famosa azienda vinicola fondata ad Adro

Il mondo dell’enologia è in lutto: martedì 29 dicembre, in tarda mattinata, Marcello Monzio Compagnoni è stato stroncato da un infarto mentre spalava la neve davanti all’ingresso dell’azienda vinicola che aveva fondato lui stesso ad Adro, nel Bresciano. Aveva 54 anni.

Compagnoni è stato uno dei grandi protagonisti del mondo dell’enologia bergamasco.

Di origine trevigliese, la sua famiglia si era trasferita a Cenate Sotto. Lì Monzio Compagnoni, vista la formazione da architetto, ha progettato l’azienda Caminella che oggi è di proprietà della famiglia Bosatelli.

Si era poi stabilito nella Franciacorta, dove all’inizio degli anni ’90 ha fondato la cantina che porta il suo cognome e che oggi è conosciuta non solo in tutta Italia, ma anche all’estero.

Dai vitigni di Monzio Compagnoni vengono ricavate uve Chardonnay, Pinot Bianco e Grigio, Merlot e Cabernet Sauvignon, Pinot Nero e Moscato di Scanzo, con le quali vengono prodotti vini della Franciacorta e della Bergamasca.

Marcello Monzio Compagnoni, classe 1966, non era sposato. Lascia i fratelli Elisabetta, Giovanni ed Eugenio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.