Quantcast
Annus horribilis per Ubi Banca; 2020: cosa è cambiato nell'economia bergamasca - BergamoNews
Dodici mesi in sintesi

Annus horribilis per Ubi Banca; 2020: cosa è cambiato nell’economia bergamasca

Dall'Opa lanciata da Intesa a Ubi al Coronavirus che ha costretto industrie a riconvertirsi

Il Covid 19 ha sicuramente segnato l’economia mondiale e quella bergamasca, in particolare, visto che la nostra provincia è stata la seconda area più colpita dopo Wuah, in Cina dove è partito il focolaio. È stato un anno nero per moltissimi settori, dal turismo alla ristorazione, alla cultura.

L’epidemia ha colpito pesantemente anche l’industria “pesante” che ha saputo recuperare in parte in alcuni momenti di calma sul fronte Covid. C’è chi si è dovuto inventare un nuovo tessuto e chi ha riconvertito la propria produzione, in particolare nel settore delle mascherine e dei camici. Certo il 2020 resterà nella memoria bergamasca come l’annus horribilis per l’Opa lanciata a sorpresa da Intesa Sanpaolo nei confronti di Ubi Banca. Bergamo ha perso la sua banca di riferimento, un colosso nazionale che aveva le radici nella Banca Popolare di Bergamo.

Il 2020 è stato anche l’anno della nomina a presidente di Giovanni Sanga all’aeroporto “Il Caravaggio” di Orio al Serio e di Carlo Mazzoleni alla guida della Camera di Commercio di Bergamo. 

Giovanni Sanga nominato presidente di Sacbo

L’aeroporto perde 25 milioni, ma investe: presto un hotel a 4 stelle da 200 camere

Carlo Mazzoleni eletto presidente della Camera di Commercio di Bergamo

Mazzoleni: “Lavoratori, imprese e territorio chiedono unità per uscire da questa crisi”

 

LA SCALATA A UBI BANCA

Il vero capodanno per il settore bancario inizia il 17 febbraio 2020, mentre Victor Massiah, ceo di Ubi Banca è a Londra per presentare agli investitori il nuovo piano di investimenti Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo, lancia un’Opa su Ubi Banca. È un vero colpo a sorpresa. Ma che dimostra come il risiko bancario sia solamente all’inizio e come sia sempre più necessario avere banche solide, capitalizzate, digitalizzare e con una buona rete.

Andiamo con ordine e ripercorriamo le tappe.

Agli azionisti che decideranno di aderire all’offerta, riceveranno 17 azioni di Intesa ogni 10 azioni di Ubi possedute. Il valore delle azioni a cui si fa riferimento è quello della chiusura del 14 febbraio, il giorno prima che l’Opa partisse.

Passano solamente tre giorni dall’inizio dell’Opa, il 20 febbraio, quando gli azionisti del Patto Car si schierando con decisione dalla parte dell’ad di Ubi, Viktor Massiah. Si deve ricordare che il Car raccoglie i più grandi imprenditori bergamaschi e rappresenta oltre il 18% di Ubi.

L’offerta di Intesa-Unipol è ostile, non concordata, non coerente coi valori impliciti di Ubi e dunque inaccettabile Così commentano i vari Bosatelli, Bombassei, Pilenga, Radici, Andreoletti e Beretta. Che alla fine di luglio passeranno all’incasso: “È il mercato bellezza!”.

Insomma, all’inizio non sembra che le condizioni siano delle più favorevoli. Scoppia anche il caso Covid: essere banca del territorio, vicino alle famiglie e alle aziende dovrebbe avvantaggiare Ubi Banca. Intesa non si fa trovare in contropiede e rilancia l’offerta proponendo l’apertura di nuove filiali strategiche, dotate di larga autonomia e risorse. E una pioggia di denari “Piano Rinascimento”.

Intanto Messina deposita ufficialmente il prospetto informativo dell’Opa alla Consob, è il 6 Marzo. Bper delibera l’aumento di capitale per l’acquisto delle filiali Ubi, è il 22 aprile. Lo stesso fa il cda di Intesa il 27 aprile. Informata la Consob, si aspetta il responso dell’Antitrust per evitare di violare la concorrenza, di Ivass per il mercato assicurativo e della BCE per il mercato bancario in generale.

Una ad una arrivano le risposte positive che unite sono un vero via libera. Sì all’Opa da BCE, Consob e Ivass. Per l’Antitrust, invece, l’offerta pubblica di acquisto a quelle condizioni rappresenta un pericolo per la concorrenza, che potrebbe essere violata. Così Intesa risponde all’Antitrust: aumenta le dimensioni del portafoglio di filiali di Ubi Banca che cederà a Bper. L’accordo rinegoziato prevede che alla banca emiliana passino 532 sportelli di Ubi (rispetto ai 400/500 inizialmente previsti). Con un altro pacchetto di danari: 29 miliardi di depositi, 31 miliardi di raccolta indiretta e 26 miliardi di crediti netti. A questo punto anche l’Antitrust dà il proprio via libera.

Intesa in accordo con Borsa Italiana lancia l’offerta che entra nel vivo: durerà tre settimane e terminerà il 28 Luglio. Il primo giorno dell’offerta, Intesa raccoglie lo 0,17% di capitale di Ubi. Per qualche giorno l’offerta sembra fermarsi a mezz’aria. Intesa a questo punto rilancia e mette sul piatto dell’operazione altri 652 milioni di euro in contanti. Oltre allo scambio di azioni si aggiunge un corrispettivo cash di 57 centesimi con un premio che sale al 44,7% rispetto al prezzo dell’azione Ubi registrato il 14 febbraio 2020.

I soci granitici di Ubi poco alla volta cedono. Prima le Fondazioni di Cassa e risparmio di Brescia e di Banco del Monte di Lombardia, infine aderisce anche il Patto dei Mille. Il 27 luglio arriva il sì del fondo Silchester (8%). Le adesioni volano e si raggiunge così il 71%. Anche il Patto Car si arrende.

Ubi esce di scena. Con una capitalizzazione di mercato di 29,8 miliardi di euro, Intesa è la quinta banca europea ora aggiungendo ai suoi asset anche il patrimonio di Ubi il gruppo diventa il quarto in Europa.

Intesa Sanpaolo cede a Bper 486 filiali e 134 sportelli di Ubi Banca

Intesa cede 77 filiali Ubi a Bper, 18 in città a Bergamo: scompare un pezzo di storia

COVID 19, LE IMPRESE CHE SI SONO REINVENTATE

È marzo, in piena pandemia Covid, scatta l’emergenza mascherine. Le imprese bergamasche decidono di investire e riconvertire in tutto o in parte la loro produzione. Radici Group inizia a produrre un tessuto adatto, il Gruppo Martinelli Ginetto crea un tessuto contro batteri e virus adatto per la casa.

Radici Group, pronto il tessuto speciale: i primi 5 mila camici al Papa Giovanni

Sitip Industrie tessili: “Pronto il tessuto per le mascherine: si può lavare e riutilizzare”

Martinelli Ginetto presenta Virhome, il tessuto eco-sostenibile contro virus e batteri

 

 

LE AZIENDE DELLE MASCHERINE

Coronavirus, Confindustria in campo per le mascherine chirurgiche

Dai capispalla alle mascherine: Confezioni Tomè al servizio della comunità

Maschere respiratorie d’emergenza: è boom di consegne per le valvole Charlotte Oldrati

Coronavirus, Abati di Tecnofilati: “Pronti a produrre 10 mila mascherine al giorno”

Maglificio Santini: “Ora il traguardo è salvare vite, pronte le nostre mascherine”

Cinque aziende bergamasche creano la BergaMask, maschera permanente con filtri monouso

 

TENARIS E SIAD, IN TANDEM PER LE BOMBOLE DI OSSIGENO

Coronavirus, Tenaris realizza a tempo record le bombole per ossigeno Siad

IL COVID, IL LAVORO E LE IMPRESE: QUALE FUTURO?

Covid, Uliano: “Il paradosso? Abbiamo reso più sicure le fabbriche degli ospedali”

Il Covid rivoluziona le imprese, Viscardi: “Velocità e conoscenza fanno la differenza”

LE AZIENDE BERGAMASCHE CHE NON HANNO SMESSO DI CRESCERE

I flaconi della Serioplast conquistano anche l’Australia

Il Gruppo Bozzetto di Filago acquista lo spagnolo Asutex

Taglio delle ore, ma a pari stipendio per le mamme: così Automha incentiva la maternità

Smart working in Gewiss: adesso lo fa l’80% degli impiegati

Rifiuti, Montello investe in Sicilia ed entra nel capitale di Lvs Group

Italcanditi acquista Comprital e potenzia il settore gelateria

A Berlino la novità: stampante 3D realizza abitazioni con un prodotto Italcementi

Renzo Piano chiama Calcestruzzi e Italcementi per il nuovo ponte di Genova

Brembo fa shopping e acquisisce una partecipazione in Pirelli

Gruppo Dhl, fatturato record: raggiunti i 63,3 miliardi di euro

Tesmec, crescono fatturato e utile grazie al mercato europeo e americano

Evoca Group, la Reale Gaggia vince il Good Design Award 2019

GLI IMPRENDITORI SCOMPARSI

Addio ad Augusta Gotti, co-fondatrice della Fonderia Augusta di Costa di Mezzate

È morto a 83 anni l’industriale e filantropo Italo Pilenga

Addio ad Antonio Agosta, l’industriale che fondò la Svelt

Addio a Mario Bresciani, capitano d’industria delle calze

La Val Seriana e l’imprenditoria bergamasca in lutto: è morto Aldo Arizzi

Economista e docente di fama internazionale, addio al professor Tancredi Bianchi

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
2020 video
In 5 minuti
Il nostro film del 2020, l’anno che ha cambiato la storia di Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI