Quantcast
Sindacati, un iscritto su 4 a Bergamo è straniero - BergamoNews
I dati

Sindacati, un iscritto su 4 a Bergamo è straniero

La provincia bergamasca risulta avere un grande numero di lavoratori sindacalizzati e i dati del territorio orobico si scostano di molto rispetto al panorama italiano dove è straniero quasi un iscritto su dieci a Cgil, Cisl e Uil. I migranti guadagnano circa un quarto in meno dei colleghi italiani

I dati Istat rilevano che nel 2020 in Bergamasca vivono un milione e 116.384 persone. La popolazione straniera è pari a 122.585 persone. Poco più del 10%. Confrontando i dati resi noti dai sindacati, emerge che la Cgil Bergamo conta – su 95 mila iscritti – 44.671 lavoratori attivi e di questi il 26,49% è straniero: uno su quattro. Lo stesso discorso vale per la Cisl Bergamo, primo sindacato a Bergamo, che di iscritti ne conta 130mila. Sulla stessa linea anche la Uil Bergamo.

“Il numero di iscritti nati all’estero iscritti alla Cisl di Bergamo nel 2019 sono 15.326 che sono il 12% del totale degli iscritti totali, se lo calcoliamo sui lavoratori attivi la percentuale è del 23.31% – commenta Francesco Corna, segretario generale Cisl Bergamo -. I dati dimostrano in maniera evidente che la nostra economia non può fare a meno dei lavoratori provenienti da altri Paesi, in alcuni settori addirittura rappresentano il 40% degli iscritti, come nel settore agricolo. Il lavoro bergamasco ha bisogno dei lavoratori stranieri, che spesso svolgono lavori disagevoli e poco appetibili per gli italiani. Dovremmo però creare le condizioni affinché da noi sia presente anche lavoro di qualità, che occupi i nostri giovani più preparati, sui quali Stato e famiglie hanno investito molto, per evitare che a loro volta siano costretti a essere stranieri in altri luoghi”.

immigrati iscritti ai sindacati bergamasca

“Edilizia, trasporti, commercio e servizi sono le tre categorie in cui i lavoratori stranieri sono più presenti, per la logistica ci sono punte anche del 50% – osserva Giovanni Peracchi, segretario della Cgil Bergamo -. Naturalmente vanno fatte alcune precisazioni e annotazioni. La prima: chi si iscrive al sindacato è regolare, ha un rapporto di lavoro ben strutturato, con tutele, diritti e doveri. Questo significa una buona organizzazione lavorativa e un grande passo di integrazione. L’altra nota è che c’è un andamento demografico dal quale emerge che si nasce di meno e si invecchia di più, ossia c’è un maggior numero di anziani, persone che escono dal mondo del lavoro e per cui è necessario ricorrere ai flussi migratori regolari per avere più mano d’opera. Mano d’opera che serve per lavori meno professionali che non vengono svolti da giovani italiani”.

MIGRAZIONI E SINDACO

C’è da aggiungere che la provincia bergamasca risulta avere un grande numero di lavoratori sindacalizzati e i dati del territorio orobico si scostano di molto rispetto al panorama italiano dove è straniero quasi un iscritto su dieci a Cgil, Cisl e Uil, anche se in quattro anni il numero è aumentato di 164mila unità (+1,4%).

Nel 2019 i migranti iscritti a Cgil, Cisl e Uil risultano 1.092.628 pari al 9,3% del totale, un dato che cresce al 14,7% se si considerano solo i lavoratori attivi. In pratica, è straniero quasi un iscritto su dieci alle tre confederazioni. È quanto rileva il IX rapporto Cgil-Fondazione Di Vittorio su “Migrazioni e sindacato”.

Il numero degli stranieri sindacalizzati è in costante aumento. Negli ultimi quattro anni, dal 2016 al 2019, sono infatti aumentati di 164mila unità (+1,4%). Nel primo dei quattro anni considerati (2016) gli iscritti stranieri ai sindacati erano 928.620 (7,9% del totale); 974.770 nel 2017 (8,5%); e 1,016.095 nel 2018 (9%).

In alcune categorie e nelle fasce d’età più giovani la percentuale degli iscritti attivi stranieri è più consistente, oscillando tra il 20% e il 30%.

immigrati iscritti ai sindacati bergamasca

Lo scorso anno gli iscritti stranieri rappresentano quasi il 50% dei lavoratori dipendenti migranti nello stesso periodo, vale a dire uno su due. La manodopera immigrata è maggiormente impiegata nelle famiglie, nelle campagne, in piccole e piccolissime imprese artigiane o commerciali, in migliaia di micro cantieri, ma anche nella gig economy (i rider ne sono un esempio): luoghi dove il sindacato tradizionalmente fa più fatica a entrare e dove la partecipazione alle attività sindacali è limitata.

Sono impiegati sempre negli stessi settori dove non c’è crescita professionale e questo vale in particolare per le donne. Oltre il 30% dei lavoratori stranieri ha infatti un lavoro non qualificato, mentre oltre il 60% è confinato in sole 10 professioni. In quelle stesse dove si concentra solo il 20% degli occupati italiani e circa il 45% dei “naturalizzati”.

Questo ovviamente si ripercuote anche sulle retribuzioni. I migranti guadagnano circa un quarto in meno dei colleghi italiani e anche in questo caso per le donne la differenza è maggiore. Inoltre, sono più soggetti a rischio infortunistico, all’irregolarità contrattuale, a forme di grave sfruttamento fino ad arrivare a casi di vera e propria riduzione in schiavitù.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Generico dicembre 2020
Agenzia dogane e monopoli
Aeroporto di Orio, sequestrato quadro del 1600: denunciato un uomo
aeroporto bergamo caravaggio
La lettera
Un hotel per l’aeroporto, i sindaci: “Non si dimentichi la mitigazione ambientale”
nuova palestra treviglio
Il progetto
Treviglio, via libera alla nuova palestra polivalente accanto al PalaFacchetti
Eventi a Bergamo e provincia
La ricerca
Covid, più di un bergamasco su due ha rimandato almeno una visita medica
Come guadagnare con relazioni vincenti: webinar gratuito per le aziende
Confartigianato
Come guadagnare con relazioni vincenti: webinar gratuito per le aziende
ospedale fiera covid coronavirus infermieri
Bergamo
Civiche benemerenze, dal Comune Medaglie d’oro agli angeli del Covid
Generico dicembre 2020
I dati di giovedì 17 dicembre
Lombardia, calano i ricoverati in terapia intensiva (-18): a Bergamo 210 nuovi contagi
Generico dicembre 2020
Agenzia dogane e monopoli
Aeroporto di Orio, sequestrato quadro del 1600: denunciato un uomo
aeroporto bergamo caravaggio
La lettera
Un hotel per l’aeroporto, i sindaci: “Non si dimentichi la mitigazione ambientale”
nuova palestra treviglio
Il progetto
Treviglio, via libera alla nuova palestra polivalente accanto al PalaFacchetti
Eventi a Bergamo e provincia
La ricerca
Covid, più di un bergamasco su due ha rimandato almeno una visita medica
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI