Quantcast
Sorpresa per medici e infermieri: sotto l'albero 10mila mascherine e uno striscione - BergamoNews
Regali di natale

Sorpresa per medici e infermieri: sotto l’albero 10mila mascherine e uno striscione fotogallery

Doni per il 118 di Bergamo, medici, infermieri, tecnici, operatori sanitari e volontari.

Un dono di Natale inatteso. E tanto utile. Sorpresa nell’hangar “base” dell’eliambulanza presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove ha sede l’AAT 118 Bergamo e l’associazione Mauro Signore Bergamo Elisoccorso che, in dono, ha ricevuto 10.000 mascherine chirurgiche “a km 0” prodotte in bergamasca dall’azienda Unigasket di Villongo.

La consegna – mediante l’associazione socio educativa Ragazzi On The Road – è avvenuta alla presenza dell’amministratore delegato del Gruppo internazionale, Vittorio Calissi, in un clima di emozione e partecipazione dei rappresentanti dell’associazione Mauro Signore – nella figura del presidente Angelo Giupponi – e dell’AAT 118 Bergamo – nella persona di Oliviero Valoti ed Elena Rottoli – che simbolicamente hanno reso presenti medici, infermieri, tecnici, operatori sanitari e volontari a cui saranno destinate le 10.000 mascherine grazie all’impegno del cappellano dell’ospedale, Fra Mauro Mariani, che ha organizzato la sorpresa.

“Lo scorso luglio – dichiara Vittorio Calissi, amministratore delegato di Unigasket, accompagnato dal direttore commerciale Alessandro Rossiabbiamo inaugurato il nostro primo impianto per la produzione delle mascherine chirurgiche UNIMED con lo scopo di immettere sul mercato un prodotto di elevata qualità unito alla massima sicurezza. Abbiamo voluto inserire sulla nostra confezione ‘Proudly Made in Bergamo’ perché, non solo produciamo in provincia di Bergamo, ma anche perché usiamo materie prime provenienti dal nostro territorio. Oggi siamo presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII, struttura di eccellenza in Italia, a donare le nostre mascherine con lo scopo di aiutare gli operatori e i malati che lottano ogni giorno contro il COVID-19. Il nostro è un piccolo contributo, speriamo possa aiutare tutti a non mollare mai in questa dura ed estenuante battaglia Mola mia!” conclude Calissi, che in pieno lockdown – sulla scia del coinvolgimento di Confindustria Bergamo – ha deciso di riconvertire e allargare gli orizzonti di mercato del Gruppo internazionale di Villongo, nel Distretto delle guarnizioni del Sebino, da oltre 30 anni player mondiale di riferimento nella progettazione e produzione di tubi e guarnizioni industriali in PTFE, Silicone e Polimeri Termoplastici.

L’Associazione Mauro Signore Bergamo Elisoccorso nasce nel 2005 con lo scopo di promulgare e sostenere la cultura del soccorso sanitario territoriale. Intitolata al primo direttore del 118 che ha fondato la base di elisoccorso a Bergamo, negli anni l’Associazione ha condiviso le finalità della propria attività, riferita al Soccorso Sanitario, con Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco e Polizia Locale. Da alcuni anni l’associazione collabora con la comunità dei Frati Cappuccini presenti in ospedale, grazie allo spirito generoso e trascinatore del cappellano Fra Mauro Mariani, sostenendo economicamente e con il supporto dei volontari alcuni progetti rivolti ai bambini.

L’associazione destinerà le 10.000 mascherine chirurgiche (5.000 R2) e (5.000 F3) “Made in Bergamo” – prodotte da Unigasket con materie prime provenienti dalla Valle Seriana, la zona più colpita dalla pandemia – a medici, infermieri, tecnici, operatori e volontari del 118 che hanno e stanno agendo in prima linea nell’emergenza sanitaria come sottolineato da Angelo Giupponi e da Oliviero Valoti nel loro ringraziamento per il gradito gesto.

Nell’occasione è stato donato alla SOREU Alpina dell’Azienda Emergenza Urgenza della Lombardia (AREU) uno striscione con la scritta “noi con voi, vóter con nóter 118 Bergamo” che verrà affisso sull’edificio della centrale operativa in segno di gratitudine e vicinanza per il lavoro svolto quotidianamente sul territorio. Un altro striscione raffigurante lo skyline di “Bergamo e Brescia” che si abbracciano insieme, in un cuore, con la scritta “grazie”, è stato invece donato all’ospedale da campo dove verrà posizionato presso la Fiera di Bergamo.

Alcune targhe artistiche, offerte dalla ceramista napoletana Paola Lucugnano, sono state donate sempre dall’associazione Mauro Signore all’ospedale da campo e saranno consegnate anche ai reparti Covid-19 dell’Azienda Ospedaliera ASST Papa Giovanni XXIII.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI