Quantcast
Italian Council, tra i vincitori anche un'opera destinata alla Gamec - BergamoNews

Arte

Il riconoscimento

Italian Council, tra i vincitori anche un’opera destinata alla Gamec

Assegnato il finanziamento a SPARKS 2021, performance di Francesca Grilli che ribalta il rapporto di potere tra bambino e adulto, destinata alla Galleria Moderna e Contemporanea di Bergamo

SPARKS 2021, progetto di Francesca Grilli presentato dall’associazione Contemporary Locus di Bergamo e destinato alla Gamec, è tra i vincitori dell’Ambito 1 della nona edizione dell’Italian Council.

L’Italian Council, progetto MiBACT – Direzione Generale Creatività Contemporanea è nato nel 2017 per promuovere la produzione, la conoscenza e la diffusione della creazione contemporanea italiana nel campo delle arti visive.

La nuova edizione ha visto una partecipazione straordinaria, con 204 candidature da tutto il mondo, secondo tre linee di intervento: incremento delle pubbliche collezioni (Ambito 1); promozione internazionale di artisti, curatori e critici (Ambito 2); sviluppo dei talenti (Ambito 3).

Con un finanziamento complessivo 1,9 milioni di euro sono 37 i progetti premiati: produzioni, acquisizioni, mostre, manifestazioni e pubblicazioni internazionali, residenze estere e la novità delle borse di studio.

Finanziata dall’ottava edizione del bando la performance e installazione SPARKS 2021 di Francesca Grilli che ribalta il rapporto di potere tra bambino e adulto. Sono i bambini – piccoli oracoli a cui gli adulti sono affidati – che rivendicano la loro immaginazione sul futuro attraverso l’osservazione sapiente delle mani, punto di contatto tra diverse generazioni. Il progetto si articola in molteplici attività, a partire da un laboratorio con bambini tra i 9 e i 12 anni, tenuto dall’artista e dal suo gruppo, che confluirà in una performance durante la quale ogni bambino indosserà un cappello a visiera oscurante, sceglierà un adulto, lo guiderà attraverso lo spazio in penombra e gli “leggerà” la mano.

Il progetto sarà promosso a livello internazionale attraverso talks (Snaporazverein, Rupert, Level Five), performance e mostre (Kaaitheater, Stuk, Netwerk Aalst). La restituzione fisica del progetto consiste in una installazione composta da una traccia audio dei racconti immaginifici dei bambini, dodici sculture – cappelli in resina e due sedute in metallo, per un totale di quindici pezzi. Il progetto verrà presentato e replicato in diverse occasioni, raccontato e diffuso attraverso mostre, seminari, attività con i servizi educativi, talk e webinar con l’artista. L’opera è destinata alla GAMeC di Bergamo.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
ernesto neto  zurigo (Foto Wikimedia)
Bergamo
La Gamec non si ferma: tra le mostre 2021 l’intervento di Ernesto Neto
Giusti Gamec Giornale dell'Arte
Lorenzo giusti
Gamec museo simbolo nell’era Covid: “A vincere è il rapporto con la comunità”
Radio Gamec PopUp
La novità
Si riaccende Radio Gamec: diventa itinerante e sbarca su Radio Popolare
Lorenzo Giusti gamec (foto Paolo Biava)
Nuovo riconoscimento
Gamec, Lorenzo Giusti scelto da Artribune come miglior direttore di museo del 2020
Lorenzo Giusti gamec (foto Paolo Biava)
Accoglienza e integrazione
La Gamec per i rifugiati, il riconoscimento dalle Nazioni Unite
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI