Quantcast
Ultimo match dell'anno per l'Atalanta: a Bologna per chiudere bene un grande 2020 - BergamoNews
La presentazione

Ultimo match dell’anno per l’Atalanta: a Bologna per chiudere bene un grande 2020

Out Pasalic, Caldara, Ruggeri e (ancora) Gomez: Gasperini al Dall'Ara vuole dei titoli di coda all'altezza di un anno solare da incorniciare per i nerazzurri

Ultima partita dell’anno solare 2020 per l’Atalanta che alle 20.45 scenderà in campo al Dall’Ara per affrontare il Bologna.

L’ennesima remuntada messa in atto contro la Roma ha gasato non poco l’ambiente nerazzurro, ora assolutamente convinto di aver ritrovato la strada che sembrava aver smarrito da qualche tempo. Ciò che poi fa ben sperare è che la formazione nerazzurra è apparsa pimpante anche senza la presenza del Papu Gomez, e questo grazie e soprattutto ad un recuperato Josip Ilicic. Il giocatore sloveno ha sfoderato una prova di livello assoluto, fornendo due assist e realizzando una rete da cineteca.

Lo stesso Gasperini in conferenza stampa ha affermato che la squadra negli ultimi 10 giorni ha ottenuto risultati notevoli, ma soprattutto che Ilicic è ora più convinto delle sue possibilità e del fatto che deve sentirsi libero di esprimere le sue potenzialità, anche a costo di qualche errore.

La partita di stasera andrà però affrontata con il giusto piglio. Il Bologna, pur non essendo una corrazzata (come dimostrano i 14 punti in classifica e le 25 reti subite) è comunque una squadra pericolosa che già nello scorso torneo aveva giocato un brutto scherzo alla Dea superandola nella gara giocata in Emilia.

La formazione di Mihajlovic non vince però da quattro giornate avendo collezionato due pareggi e due sconfitte, e quindi vorrà certamente riscattarsi anche per raggiungere una posizione più tranquilla in graduatoria (anche se per la verità la zona retrocessione è lontana sette lunghezze). Il mister serbo è assolutamente convinto della possibilità di superare la Dea, ma avrà bisogno, come lui stesso ha affermato, di maggiore cattiveria agonistica da parte dei suoi giocatori.

Peraltro il Bologna è big con le small e viceversa, se è vero che dei 14 punti raggranellati ben 11 li ha ottenuti contro formazioni di medio-bassa classifica.

Un ottimo torneo lo sta disputando Soriano, che pur essendo un centrocampista risulta essere anche il goleador della sua squadra con 6 reti e numerosi assist. L’ex granata sembra aver trovato una seconda giovinezza in terra bolognese.

Personalmente sono curioso di vedere come Musa Barrow affronterà la gara contro i suoi ex compagni: la punta gambiana è cresciuta moltissimo da quando è a Bologna, motivo per cui dovrà essere l’osservato speciale della difesa nerazzurra.

La formazione atalantina, nonostante le insidie appena elencate, ha però a mio avviso tutte le carte in regola per riuscire a tornare a Bergamo con i tre punti in saccoccia.

Le due formazioni si sono affrontate al Dall’Ara in serie A per 50 volte: 31 le vittorie del Bologna, 8 quelle atalantine e 11 pareggi. Tenendo conto anche delle gare disputate a Bergamo le 100 partite hanno visto questa situazione: 39 successi rossoblu, 35 nerazzurri e 26 pareggi.

L’ultima vittoria rossoblu è quella dello scorso anno quando i felsinei superarono la Dea per 2-1 in virtù del doppio vantaggio firmato Palacio e Poli, prima che Malinovskyi potesse solo ridurre le distanze. Al precedente torneo risale invece il più recente successo nerazzurro in Emilia: 2-1 grazie alle reti di Mancini e Zapata che ribaltarono il vantaggio di M’Baye. Per trovare invece l’ultimo pareggio dobbiamo tornare indietro di 10 anni: era il 2009-2010 quando il Bologna si illuse grazie alla doppietta di Di Vaio e poi Manfredini e Chevanton fissarono il punteggio sul 2-2 finale.

Per gli amanti delle statistiche, la vittoria con maggior scarto in serie A è quella dell’11 settembre 1949. In quell’occasione, la Dea polverizzò gli avversari vincendo per 6-2 grazie alla tripletta di Hansen, alla doppietta di Sorensen e al gol di Randon.

In casa rossoblu, sembra sia recuperato Riccardo Orsolini che quindi dovrebbe riprendere il proprio posto in squadra, seppur forse non dal primo minuto. Gasperini, che non ha nuovamente convocato Gomez, dovrà invece rinunciare ancora a Pasalic, Caldara e Ruggeri, schierando con tutta probabilità la stessa formazione iniziale che ha superato i giallorossi.

Nessun giocatore atalantino ha mai vestito in carriera la maglia del Bologna. Sono invece due i rossoblu ad aver vestito in passato la casacca nerazzurra: si tratta di Riccardo Orsolini, una sola stagione a Bergamo con 7 presenze e Musa Barrow che in maglia nerazzurra ha disputato 40 partite con 4 reti.

Un sincero augurio di serene festività a tutti i tifosi, atalantini e non.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Joakim Maehle
Calciomercato
L’Atalanta ha un nuovo esterno: dal Genk arriva Joakim Maehle per 10 milioni
Atalanta-Roma
Al gewiss stadium
L’Atalanta delle meraviglie è tornata: 4-1 alla Roma con un secondo tempo da favola
Atalanta-Roma
Appunti & virgole
Atalanta, la rimonta è da grande: una squadra maestra col prof Ilicic
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI