Slitta al 2022 IVS, la fiera internazionale delle valvole industriali - BergamoNews
A cura di

Industrial Valve Summit 2022

La 4ª edizione

Slitta al 2022 IVS, la fiera internazionale delle valvole industriali

La fiera, in principio prevista per il 25 e 26 maggio 2021 alla Fiera di Bergamo, è stata posticipata in conseguenza all’evoluzione dell’emergenza sanitaria

Confindustria Bergamo e Ente Fiera Promoberg hanno deciso di rinviare la quarta edizione di IVS Industrial Valve Summit, la fiera internazionale dedicata alle valvole industriali e alle soluzioni di flow control, ai giorni 25 e 26 maggio 2022. Il summit, inizialmente in programma per il 26 e 27 maggio 2021, si svolgerà sempre alla Fiera di Bergamo.

Il protrarsi della delicata situazione globale legata agli effetti della pandemia da Covid-19 ha spinto gli organizzatori a posticipare la fiera di un anno, per tutelare la salute e la sicurezza delle persone oltre che per rispondere alle restrizioni sugli spostamenti e all’impatto sull’industria globale delle valvole. La decisione è figlia di un intenso confronto con gli espositori, i partner e gli attori di tutta la filiera delle valvole industriali.

«La decisione è stata presa – spiega Paolo Piantoni, Direttore Generale di Confindustria Bergamo – in considerazione della sfida eccezionale che il mondo sta affrontando e delle possibili evoluzioni della situazione epidemiologica. La nostra priorità è di garantire gli spazi della Fiera di Bergamo al presidio ospedaliero allestito per far fronte all’emergenza coronavirus. Per noi rappresenta uno strumento imprescindibile a servizio della comunità bergamasca e che pertanto deve restare finché sarà necessario».

Il Direttore Generale di Confindustria Bergamo sottolinea che «la quarta edizione di Industrial Valve Summit avrà grande valore simbolico e rappresenterà un momento di rinascita non solo per la fiera e la filiera ma anche per tutto il territorio bergamasco, duramente colpito da questa inaspettata e sconvolgente crisi. Investiremo questo anno e mezzo che ci separa da IVS 2022 nel garantire un’ulteriore crescita della manifestazione in termini di espositori e di visitatori. Il summit rappresenta la manifestazione più importante del calendario fieristico di Bergamo ed è vitale per la sostenibilità economica dell’Ente Fiera Promoberg».

Fabio Sannino, Presidente di Ente Fiera Promoberg, afferma: «Non posso che sottoscrivere le parole del Direttore Generale di Confindustria Bergamo. Ripartire nel 2022 con un grande evento di respiro internazionale sarà una straordinaria occasione per la nostra fiera e per la nostra città. Il summit rilancerà la sua mission con operatori specializzati che arrivano da tutto il mondo mentre Bergamo potrà tornare sotto i riflettori dei mercati internazionali per la sua leadership nel manifatturiero industriale di qualità».

Industrial Valve Summit proseguirà nel dialogo con la comunità che si è costituita attorno alla fiera. Gli organizzatori continueranno a lavorare per arricchire i contenuti del programma di conferenze e convegni di IVS 2022 e per potenziare l’azione comunicativa. L’evento sarà l’occasione per discutere tematiche e tendenze attuali ed esaminare gli sviluppi strategici della filiera.

I numeri di IVS

Dal 2015, quando la fiera è nata, IVS è cresciuta anno per anno nel numero di visitatori, di espositori e nel traffico sui canali di comunicazione. La terza edizione del summit ha richiamato a Bergamo più di 250 aziende e quasi 11.000 visitatori, numeri superiori del 36% rispetto alle 8.000 presenze fatte segnare nell’edizione 2017 e triplicati in confronto ai 3.500 accessi registrati nel 2015. Nei mesi che hanno preceduto l’ultimo appuntamento espositivo, gli accessi al sito internet di IVS sono quadruplicati, passando dai 70 mila registrati nel 2017 ai 300 mila dello scorso anno.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it