Quantcast
Gasp, dubbio Ilicic-Muriel e una certezza: "Polemiche? La squadra è concentrata" - BergamoNews
Bologna-atalanta

Gasp, dubbio Ilicic-Muriel e una certezza: “Polemiche? La squadra è concentrata”

L'ultima partita del 2020 è anche l'occasione per rivivere un anno meraviglioso: "Cerchiamo di finire bene, ma abbiamo fatto risultati straordinari come Liverpool o Amsterdam". Gomez ancora fuori dai convocati, ma non è una sorpresa.

Stavolta non è una sorpresa, nei 23 convocati per Bologna-Atalanta non c’è il Papu Gomez: scelta già spiegata da società e allenatore alla vigilia di Atalanta-Roma. Restano indisponibili gli infortunati Caldara e Pasalic.

A parte la scoppola di Napoli, l’ultima sconfitta esterna dell’Atalanta risale proprio alla sfida con il Bologna, 2-1 (gol di Palacio, Poli e Malinovskyi) un anno fa, il 15 dicembre.

Gasperini non si nasconde le insidie di questa trasferta: “Col Bologna l’anno scorso è stata una partita particolare, abbiamo avuto buone occasioni ma abbiamo perso. Loro sono pericolosi e fanno gol, dovremo fare molta attenzione. Ma arriviamo da una serie di risultati buoni e vogliamo continuare la serie positiva“.

L’Atalanta ha ricominciato a vincere e bene in casa, con Fiorentina e Roma, però in trasferta il bilancio è ancora più positivo: da cosa dipende? “Mah ormnai il fattore campo senza pubblico conta molto meno. Il nostro è un campo caldo, a volte dipende dal calendario, però certo il fattore campo quest’anno è saltato”.

Quali scelte per domani? Ilicic o Muriel dall’inizio con Zapata? “Ilicic l’avevo visto molto bene anche un mese fa poi non sempre la risposta può essere quella che si vorrebbe. Ma l’importante è che lui sia sempre con la squadre, dentro le partite e che continui a giocare libero di testa. Questo è il recupero effettivo che mi interessa di Ilicic. E Muriel aveva già segnato contro l’Ajax, non sono passati tanti giorni. Domani vediamo, sono due partite molto ravvicinate, abbiamo comunque buone possibilità di scelta in attacco anche per intervenire durante la partita. Stiamo recuperando quasi tutti, Miranchuk è disponibile come Malinovskyi che sta ritrovando la condizione e secondo le partite decido chi giocherà, ma io ho sempre cercato di proporre squadre offensive”.

La vittoria sulla Roma è un altro bel segnale, ma come ha fatto la squadra a tenersi fuori dalle polemiche? “Beh devo dire che i giocatori hanno dimostrato sul campo di avere una forte concentrazione. Con la Roma non avevamo fatto male neanche nel primo tempo, poi abbiamo acquisito sempre più sicurezza e creato occasioni, si vedeva che la squadra poteva fare sua la partita. La squadra è cresciuta e ha macinato tanto gioco, con una prestazione superiore all’avversario e questo ci dà fiducia, perché la Roma è una squadra forte”.

In vista del mercato chiederà qualche ritocco? “Intanto abbiamo la gara col Bologna e ci sono ancora tante partite e possibilità di rendere la squadra più solida, ma lo è già: abbiamo margini di crescita anche con giocatori che sono stati poco utilizzati”.

Sarà anche l’ultima partita del 2020: che anno è stato per voi? “Con tanti momenti belli, è stato tutto un susseguirsi di emozioni, prima e dopo il lockdown. Forse la partita più bella a San Siro col Valencia, ma potrei dire anche adesso le vittorie di Liverpool o Amsterdam. Momenti di difficoltà pochissimi, la più brutta partita a Napoli. Sportivamente parlando per noi è stato un anno meraviglioso chiaro che l’assenza di pubblico pesa: proprio nel nostro momento migliore è scoppiata la pandemia e ci ha privato anche del pubblico che per noi è sempre stato una presenza fondamentale”.

A gennaio riparte anche la Coppa Italia e rispetto all’anno scorso avete solo un punto in meno, 21 contro 22: avrebbe firmato per arrivare così a dicembre? “La Coppa Italia? Tutto è importante, non lasciamo niente. Adesso vogliamo finire bene, domani a Bologna e fare bene in campionato per arrivare al meglio a una gara prestigiosissima con il Real. Riguardo ai punti in campionato, sono molto soddisfatto pur avendo preso qualche buca soprattutto per le fatiche di Champions”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Generico dicembre 2020
I dati
Covid, 48 nuovi contagi in Bergamasca: 92 decessi in Lombardia, 628 in Italia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI