Polizia Locale di Bergamo, arriva il primo drone per il controllo del territorio - BergamoNews
La novità

Polizia Locale di Bergamo, arriva il primo drone per il controllo del territorio

Tre agenti frequenteranno nel mese di gennaio il corso per il conseguimento dell’attestato di pilota APR

L’ampliamento del sistema di videosorveglianza, l’imminente installazione dell’impianto di telecontrollo, l’estensione dell’utilizzo dell’autoscan, la conclusione dell’addestramento della nuova unità cinofila, le nuove assunzioni di 20 agenti, ma soprattutto il prossimo utilizzo di droni per la sorveglianza: il 2020 della Polizia Locale del Comune di Bergamo è stato anno di diverse novità per quello che riguarda il miglioramento delle tecniche di controllo del territorio e del miglioramento della sicurezza in città.

L’ultima, tra queste, è l’acquisto di un drone per il controllo del territorio: un’acquisizione molto significativa per il Comando di via Coghetti e che potrebbe rappresentare la prossima frontiera per quel che riguarda il controllo delle situazioni a rischio in città.

Tre agenti della Polizia Locale del Comune di Bergamo frequenteranno nel mese di gennaio il corso per il conseguimento dell’attestato di pilota APR (aeromobile a pilotaggio remoto): l’obiettivo è quello di utilizzare questo strumento innovativo per operazioni critiche in quelli che si definiscono “scenari di protezione civile” (pensiamo alla ricerca di persone scomparse o eventuali calamità naturali, come allagamenti o smottamenti), ma anche per operazioni di Polizia Locale, a supporto dei controlli di sicurezza nei parchi e nelle aree più a rischio della città, o per far luce su possibili situazioni di abusi edilizi.

“Il 2020 è stato un anno davvero impegnativo per la Polizia Locale di Bergamo – spiega il vicesindaco Sergio Gandi – e il Corpo di via Coghetti si è trovato, sia per quel che riguarda la Polizia Locale sia per quel che concerne la Protezione Civile, a rimodulare completamente le proprie attività, mettendosi a disposizione nella difficile missione di contrastare la proliferazione del covid19 e nel supportare le istituzioni nel venir incontro alle esigenze della città in settimane che, come sapete, sono state molto difficili. Il lavoro che quindi stiamo portando avanti, l’incremento dei punti di videosorveglianza, l’imminente sistema di lettura delle targhe in ingresso e uscita dalla città, l’addestramento del cane Tenai sono tutte novità che ci servono per migliorare la nostra performance e la sicurezza del territorio nonostante aumentino gli ambiti di intervento. Il nuovo drone ci aiuterà a essere ancora più efficaci nelle operazioni di sicurezza e di protezione civile: nel 2021 inizieremo a utilizzare questo innovativo strumento di cui già diversi Comuni si sono dotati nelle scorse settimane: sono certo che possa consentirci di migliorare ancora la nostra attività sul territorio”.

leggi anche
  • Conferenza di fine anno
    Gli auguri di Fontana: il 27 dicembre 1.620 dosi di vaccini anti Covid
  • Domenica sera
    Pedrengo, uomo aggredito a martellate muore poco dopo: arrestata la cugina
  • L'appello
    Il Covid in carcere, Segre: “Impossibile arginare il contagio. Vaccinate i detenuti”
  • Con i city angels
    Viaggio tra i senzatetto di Bergamo: “Dopo il Covid in strada il 30% di persone in più”
  • In questura
    Polizia e sicurezza, ecco i rinforzi: 5 nuovi agenti a Bergamo e Treviglio
  • Bergamo
    Non si ferma all’alt e investe col motorino agente di Polizia Locale: fermato 36enne
  • Bergamo
    La Polizia locale nei quartieri con l’unità mobile: “Si parte da Boccaleone”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it