I controlli in centro città: qualche assembramento e una rissa tra giovani - BergamoNews
Bergamo

I controlli in centro città: qualche assembramento e una rissa tra giovani

Gli interventi di polizia locale e volanti della questura tra le piazze Libertà, Dante e Cavour

Diversi assembramenti segnalati tra piazza Libertà, piazza Dante e piazza Cavour. Ma non ci si fa mancare nulla, nemmeno una rissa tra giovanissimi in piazza Dante, a due passi dalla Procura di Bergamo. Tutti si sono dileguati all’arrivo delle pattuglie.

Sono queste le situazioni che sabato pomeriggio (19 dicembre) hanno richiesto l’intervento congiunto di polizia locale e volanti della questura.

Le forze dell’ordine bergamasche si sono portate avanti e in vista delle festività natalizie hanno predisposto più controlli lungo le strade di città e provincia per evitare assembramenti e segnalare chi si muove fuori dagli orari consentiti.

La decisione è stata presa giovedì scorso in Prefettura durante la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica alla quale erano presenti i vertici cittadini di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale.

A livello provinciale, i dati della Prefettura di Bergamo parlano di 6.162 persone controllate sul territorio oltre a 135 esercizi verificati. Tre le sanzioni, 2 le denunce per violazione della quarantena. Nessuna sanzione per gli esercizi commerciali.

leggi anche
  • Sabato
    Bergamo, con il coprifuoco raffica di interventi per intossicazione etilica nel pomeriggio
    Alcolici a minorenni
  • I dati di domenica 20 dicembre
    Covid: A Bergamo altri 80 positivi, in Lombardia 1.795 casi e 49 decessi
    Dati Regione
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it