Nei mercati dei contadini la "spesa sospesa" per aiutare le famiglie bisognose - BergamoNews
Dove e quando in bergamasca

Nei mercati dei contadini la “spesa sospesa” per aiutare le famiglie bisognose

Iniziativa Coldiretti: sul modello dell’usanza campana del “caffè sospeso”, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo. In questo caso si tratta però di frutta, verdura, farina, formaggi, salumi o altri generi alimentari

Gli agricoltori di Campagna Amica si sono mobilitati con la “Spesa sospesa” per tendere la mano ai più bisognosi e supportarli in occasione delle prossime festività. Lo annuncia Coldiretti Bergamo nel sottolineare che in tutta la provincia l’iniziativa di solidarietà nei mercati di Campagna Amica si terranno secondo il seguente calendario:

Mercato di piazza Cortesi, San Paolo d’Argon – domenica 20 dicembre mattina

Mercato di piazza Mascheroni, Bergamo – domenica 20 dicembre

Mercato di piazza Santo Spirito, Bergamo – martedì 22 dicembre mattina

Mercato di piazza Pontida, Bergamo – giovedì 24 dicembre mattina

Mercato di piazza Alebardi, Seriate – giovedì 24 dicembre mattina

L’emergenza legata alla diffusione del Covid-19 oltre che sanitaria ha purtroppo risvolti sociali drammatici e sta mettendo in difficoltà molte famiglie.

Visto il momento di crisi e incertezza che stiamo vivendo – spiega Coldiretti Bergamo – ci stiamo impegnando nel realizzare diverse iniziative finalizzate a combattere le nuove povertà e cercare di offrire ai più bisognosi un Natale per quanto possibile sereno. I bergamaschi si sono sempre dimostrati molto generosi, anche in questa occasione li invitiamo a condividere con noi questa responsabilità.

I cittadini che faranno la spesa nei mercati potranno donare cibo alle famiglie più bisognose sul modello dell’usanza campana del “caffè sospeso”, quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo. In questo caso si tratta però di frutta, verdura, farina, formaggi, salumi o altri generi alimentari Made in Italy e di qualità.

Sono oltre 300 mila i poveri in Lombardia che, con l’aggravarsi della situazione, sono costretti per Natale a chiedere aiuto per il cibo da mangiare nelle mense o soprattutto con la distribuzione di pacchi alimentari. È quanto emerge da una stima della Coldiretti regionale, sulla base dell’andamento delle richieste degli Enti impegnati nel volontariato che registrano un aumento anche del 40% delle richieste di aiuto a livello nazionale con i poveri che salgono a 4 milioni.

leggi anche
  • L'iniziativa
    Alimenti da donare ai bisognosi: Coldiretti Bergamo lancia la “Spesa sospesa”
    borsa della spesa
  • Covid&povertà
    Bergamo, “Mille famiglie chiedono aiuto, l’unico pasto per molti bimbi è in mensa”
    bambini covid
  • Dalla regione
    A Giovanni Licini la Rosa Camuna: “Il suo aiuto agli altri è un orgoglio bergamasco”
    A Giovanni Licini la benemerenza di Scanzo e della Provincia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it