International School of Bergamo riceve l’autorizzazione per l’IB Diploma Programme - BergamoNews
Il riconoscimento

International School of Bergamo riceve l’autorizzazione per l’IB Diploma Programme

Dal 18 dicembre ISBergamo è ufficialmente autorizzata dall’International Baccalaureate Organisation ad offrire ai suoi studenti il Diploma Programme.

Dopo il riconoscimento del Primary Years Programme e del Midde Years Programme, ora il prestigioso istituto bergamasco, che fa parte del network Inspired, può garantire la continuità dei programmi formativi IB accompagnando i ragazzi dalla scuola dell’infanzia fino al diploma.

Fondata nel 2011, ISBergamo è nata con l’ambizione di contribuire all’internazionalizzazione della città offrendo un percorso di studi riconosciuto in oltre 140 Paesi, compresa l’Italia, ma soprattutto ben noto per l’assoluto rigore accademico, gli alti standard e per essere un vero passaporto per l’accesso alle più prestigiose università del Mondo. Alla popolazione studentesca, che vede rappresentate oltre 30 nazionalità, viene offerta un’esperienza unica e irripetibile in qualsiasi altro contesto, dove i ragazzi imparano a comprendere e capire il mondo grazie ad una visione globale e una profonda conoscenza della cultura locale. Ecco perché la scuola è diventata un asset strategico per l’intero territorio di Bergamo, comprese le aziende che sempre più spesso riescono ad attrarre manager stranieri e a trattenere i dipendenti più talentuosi offrendo come benefit l’iscrizione dei figli.

Gli studenti che già frequentano ISBergamo potranno da oggi completare il ciclo scolastico, dando continuità alla loro formazione internazionale in lingua inglese con un curriculum nel quale negli ultimi due anni potranno scegliere tra svariate materie e così personalizzare il proprio percorso scolastico.

“Le principali università in tutto il mondo – conferma Nicholas Wergan, Group Education Director di Inspired – aprono volentieri le porte ai diplomati IB. Chi ottiene la maturità International Baccalaureate ha prospettive più ampie per il futuro potendo frequentare, oltre alle università italiane, i migliori atenei inglesi, americani e in ogni altra parte del mondo, non solo per la preparazione e la perfetta padronanza dell’inglese, ma anche per l’abitudine a confrontarsi con realtà lontane da quelle di nascita, a condividere altre culture”.

“Siamo particolarmente orgogliose – dichiara Chiara Traversi, founder insieme a Guia Ghidoli e Director dell’International School of Bergamo – di aver raggiunto questo ambizioso traguardo. Solo 36 Scuole in Italia sono autorizzate ad offrire il Diploma Programme dell’International Baccalaureate. È una fantastica notizia per tutta la comunità, ma è anche un ‘importante notizia per la città tutta che aggiunge un tassello strategico nel suo cammino di internazionalizzazione”.


High SchoolIS BergamoPrimary Years ProgrammeMiddle Years ProgrammeIB Diploma Programme
leggi anche
  • Bassa
    Muletto si ribalta, operaio ferito a testa e gambe all’Italtrans di Calcio
    Italtrans Calcio
  • Bergamo
    Civiche benemerenze, dal Comune Medaglie d’oro agli angeli del Covid
    ospedale fiera covid coronavirus infermieri
  • I dati di giovedì 17 dicembre
    Lombardia, calano i ricoverati in terapia intensiva (-18): a Bergamo 210 nuovi contagi
    Generico dicembre 2020
  • Giovedì pomeriggio
    Scossa di terremoto nel Milanese: avvertita anche a Bergamo e provincia
    terremoto
  • Agenzia dogane e monopoli
    Aeroporto di Orio, sequestrato quadro del 1600: denunciato un uomo
    Generico dicembre 2020
  • La lettera
    Un hotel per l’aeroporto, i sindaci: “Non si dimentichi la mitigazione ambientale”
    aeroporto bergamo caravaggio
  • Il progetto
    Treviglio, via libera alla nuova palestra polivalente accanto al PalaFacchetti
    nuova palestra treviglio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it