Eros Ramazzotti e il Vava duettano per beneficenza: ecco come sostenerli - BergamoNews
La campagna cesvi

Eros Ramazzotti e il Vava duettano per beneficenza: ecco come sostenerli

Eros chiede davanti allo studio di registrazione se può "fare dei cori" e Vava lo incalza subito con la domanda: "Ah, lei canta?"

“Dedicato a tutti quelli che/se si presenta l’occasione/si mettono a disposizione”.

Canta il mitico Vava – all’anagrafe Daniele Vavassori – sulle note di Se bastasse una canzone mettendoci del suo, mentre il video vede la partecipazione di Eros Ramazzotti, nei panni di un corriere che consegna un pacco Cesvi per Natale.

Eros chiede davanti allo studio di registrazione se può “fare dei cori” e Vava lo incalza subito con la domanda: “Ah, lei canta?”. Alla fine l’Eros nazionale si allontana cantando proprio “Se bastasse una canzone” con il Vava che lo segue in sala di registrazione. Nella clip non mancano i momenti divertenti tra i due protagonisti che ridono di questa loro performance tutta dedicata alla solidarietà. Quella straordinaria catena di solidarietà che lancia la campagna fai un regalo solidale con Cesvi (clicca QUA).

Dedicato a tutti quelli che… aiutano gli altri!

leggi anche
  • L'iniziativa
    Il presepe di Azzonica: un progetto che ha unito giovani e bambini
  • Ordine degli psicologi
    Il lockdown raccontato dai ragazzi: due studentesse bergamasche vincono concorso
  • A bergamo
    Con Roby Facchinetti, acceso l’albero dedicato al mondo dello spettacolo
  • Bergamo
    Civiche benemerenze, dal Comune Medaglie d’oro agli angeli del Covid
  • Federmeccanica
    Metalmeccanica, Donadoni: “Per fine 2021 il recupero della produzione pre-pandemia”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it