Un hotel per l'aeroporto, i sindaci: "Non si dimentichi la mitigazione ambientale" - BergamoNews
La lettera

Un hotel per l’aeroporto, i sindaci: “Non si dimentichi la mitigazione ambientale”

I sindaci di Orio, Bagnatica, Azzano San Paolo, Grassobbio e Seriate scrivono al presidente di Sacbo: "Se si sono trovate le risorse per questo, non possono non esserci per opere che aspettiamo da anni".

La notizia della nascita di un albergo dell’aeroporto li ha un po’ sorpresi e un po’ spiazzati: i sindaci dei Comuni che si trovano nell’immediato hinterland dello scalo l’hanno appreso dalla stampa locale e, pur senza nulla obiettare alla realizzazione dello stesso, hanno invitato il presidente di Sacbo Giovanni Sanga a prevedere per il prossimo anno anche le tanto attese opere di mitigazione ambientale già previste.

A sollecitare il numero uno della società che gestisce il Caravaggio sono stati Alessandro Colletta (Orio al Serio), Cristian Vezzoli (Seriate), Lucio de Luca (Azzano San Paolo), Manuel Bentoglio (Grassobbio) e Roberto Scarpellini (Bagnatica),

“Egregio Presidente Sanga,
il 2020 che sta volgendo al termine è senz’altro un anno che definire orribile ed eccezionalmente atipico è senza dubbio un eufemismo; un anno che protrarrà i suoi effetti, negativi purtroppo, per chissà quanto tempo in ambito sociale, culturale, occupazionale e, naturalmente, economico.

Il nostro territorio, particolarmente colpito dall’emergenza COVID, non fa eccezione, con l’aeroporto Caravaggio che nel corso di tutto l’anno ha funzionato a singhiozzo, con periodi di totale chiusura, alternati ad altri di apertura ad operatività particolarmente ridotta.

I Sindaci dei Comuni con territori interessati dall’attività aeroportuale, in questo particolare contesto, con senso di responsabilità, hanno opportunamente messo da parte l’annoso confronto con SACBO, sospendendo momentaneamente le richieste di intervento per contenere gli impatti ambientali, pur nella consapevolezza che, con l’auspicato ritorno alla ‘normalità’, tutte le problematiche e le criticità connesse al traffico aereo riesploderanno e dovranno essere affrontate e risolte.

SACBO, in questo 2020 drammatico, con ammirevole sforzo e lungimiranza imprenditoriale non ha comunque interrotto i propri investimenti infrastrutturali portando avanti le progettualità di rafforzamento ed espansione dell’aerostazione e altre opere correlate.

Per il 2021, apprendiamo da un Suo videomessaggio e da una Sua intervista rilasciata ai media, sono previsti ulteriori 67 milioni di euro di investimenti che consentiranno il completamento dell’ala ovest, l’avvio di interventi in zona cargo, considerevoli manutenzioni e investimenti di alta tecnologia; a tutto ciò si aggiungerà l’investimento di altri 20 milioni per la realizzazione di un albergo che verrà poi gestito da un operatore prestigioso.

Nulla da eccepire circa le linee programmatiche esposte, anche il giornalista che l’ha intervistata cita una nota regola dell’economia: si investe nei momenti di crisi.

Quello che ci permettiamo di farLe notare Presidente, è che la lungimiranza imprenditoriale dovrebbe essere accompagnata anche dalla sensibilità nei confronti dei territori che ospitano l’Aeroporto e che rappresentano stakeholders che oltre a godere dei benevoli impatti economici del Caravaggio, ne subiscono anche le nefaste conseguenze ambientali.

Lungi da noi Sindaci l’idea di ripudiare la presenza dell’Aeroporto sui nostri territori, anzi semmai ne siamo orgogliosi, siamo consapevoli dell’importanza e dell’indispensabilità di tale struttura per la nostra Provincia, ma siamo assolutamente altrettanto consapevoli che i nostri territori vadano tutelati e che la questione ambientale non può e non deve mai passare in secondo piano rispetto all’aspetto imprenditoriale ed economico.

Ed è proprio la situazione emergenziale che stiamo vivendo che ci ricorda ogni santo giorno quanto
sia importante combattere e contrastare tutto ciò possa pregiudicare la salute dei cittadini, mai come oggi è attuale quanto scritto da Arthur Schopenhauer: la salute non è tutto, ma senza salute tutto è niente.

Pertanto Presidente ci permettiamo di invitarLa a considerare tra gli investimenti che vorrà prevedere per il prossimo anno anche, il completamento delle opere di mitigazione che dovevano essere realizzate già parecchi anni fa, in ossequio al Piano di Sviluppo Aeroportuale vigente, anche se scaduto da ormai 5 anni; opere che i cittadini stanno aspettando da tempo per contrastare gli effetti devastanti che il rumore generato dagli aerei provoca e che impatta sul loro benessere e sulla loro salute.

Presidente, il progetto di realizzare un albergo a servizio dell’Aeroporto, è senz’altro un’opera
imprenditoriale di rilievo che potrà giovare in futuro al bilancio di SACBO, ma ci permetta di affermare che, se l’Azienda ha fatto lo sforzo di trovare le risorse per realizzare un’opera così importante economicamente e solo in parte correlata al vostro business core, non può assolutamente non prevedere di mettere a disposizione le risorse (peraltro già individuate ed accantonate) da destinare alla realizzazione delle opere di mitigazione tanto attese.

Sarebbe un ulteriore schiaffo nei confronti di tutti coloro che da anni pazientano e subiscono gli effetti dell’attività aeroportuale oltre che il mancato rispetto di una promessa fatta in più occasioni da Lei e da chi l’ha preceduta nei confronti dei Sindaci in sede di conferenza del Tavolo dei Sindaci Aeroportuali.

Restando disponibili ad un confronto in merito ai contenuti di questa nostra lettera, La salutiamo
cordialmente e cogliamo l’occasione per inviarLe sinceri auguri di Buon Natale e, oggi più che mai, un sereno Anno Nuovo”.

leggi anche
  • La lettera
    Un hotel per l’aeroporto, i sindaci: “Non si dimentichi la mitigazione ambientale”
    aeroporto bergamo caravaggio
  • Bilancio 2020
    Sangalli Spa, fatturato in crescita del 25%: venti nuovi assunti
    Sangalli Spa di Mapello
  • Il riconoscimento
    International School of Bergamo riceve l’autorizzazione per l’IB Diploma Programme
    International School of Bergamo
  • Aeroporto
    Orio e il Natale: “Leggera ripresa, ma passeggeri in calo del 70% rispetto al 2019”
    aeroporto orio
  • L'attacco
    Aeroporto di Orio, Salvini: “Fondi in arrivo grazie alla Lega, Gori finge di non saperlo”
    Salvini aeroporto
  • I dati
    Sindacati, un iscritto su 4 a Bergamo è straniero
    immigrati lavoro
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it