Quantcast
“Les Jeux Sont Faits”, gli Arpioni festeggiano 30 anni di ska con un nuovo singolo - BergamoNews
Esce oggi, giovedì

“Les Jeux Sont Faits”, gli Arpioni festeggiano 30 anni di ska con un nuovo singolo

Per produrre il nuovo disco interamente composto da inediti gli Arpioni lanceranno una campagna di crowdfunding, a partire da domenica 20 dicembre, avvalendosi già della collaborazione nella co-produzione di Maite Bergamo Social Club e Musica per il cervello.

Trent’anni sono passati dal giorno in cui si sono formati, ma l’energia è ancora quella dei primi concerti. Gli Arpioni, ska band bergamasca in attivo dal 1990, tornano con una nuova produzione dopo ben quindici lune dall’ultimo album di dall’uscita di “Malacabeza”, il loro ultimo album di inediti.

In un periodo in cui la musica non può avere molto spazio a causa della pandemia, questo è di per sé già un buon motivo per festeggiare. Ma per i sette ragazzi eterni la festa è doppia: l’uscita del singolo “Les Jeux Sont Faits”, il cui video sarà lanciato sui canali social del gruppo oggi, giovedì 17 dicembre alle 18 e le trenta candeline di attività artistica. In questo arco temporale la band ha girato in lungo e in largo la penisola con una lunga serie di concerti, una lunga storia scritta in cinque album, arricchita dalle collaborazioni con Roy Paci, Tonino Carotone, Valerio Mastandrea e Stefano Rosso.

arpioni (Foto di Francesca Paola Marino)

Così Stefano “Kino” Ferri (Voce e autore dei testi), Franco “Skarpe” Scarpellini (Chitarra), Francesco “Puccio” Puccianti (Basso), Andrea “Cipi” Locatelli (Tastiere), Alessandro Marzetti (Tromba), Gabriele Rubino (Sax Contralto) e Alessandro Lampis (batteria) celebrano trent’anni di musica con l’energia dello ska.

“Avremmo voluto poter lanciare l’intero album – spiega Franco Scarpellini, il chitarrista – ma a seguito della pandemia da COVID-19 abbiamo dovuto sospendere i lavori di produzione”.

I lavori sono sospesi, ma non la voglia di fare musica, di essere presenti come persone e come artisti. In attesa quindi di poter ascoltare l’intero disco, gli Arpioni ci regalano “Le Jeux Sont Faits”.

“Questo brano era nel cassetto da tantissimi anni. Era un principio che si è evoluto. Quasi magicamente si è rilevato un brano che si presta alla situazione attuale, allo sconvolgimento che stiamo vivendo che ci accompagnerà purtroppo ancora per un po’ – racconta Franco – La voglia di poter tornare a rimettersi in gioco è il messaggio del pezzo”.

arpioni (Foto di Francesca Paola Marino)

L’uscita del brano è accompagnata dalla pubblicazione del video, autoprodotto dai sette musicisti bergamaschi, in cui compaiono alcuni artisti, amici veri dei membri della band, come Elio Biffi dei Pinguini Tattici Nucleari, Luigi Tion, Los Fastidios, gruppo ska punk, e alcuni della Banda Bassotti.

L’idea è quella di creare una comunità – continua Franco – un luogo di incontro per le persone, seppur a distanza in questo momento”. Si tratta di un progetto di condivisione, cento per cento in stile Arpioni. Infatti, per produrre il nuovo disco interamente composto da inediti gli Arpioni lanceranno una campagna di crowdfunding, a partire da domenica 20 dicembre, avvalendosi già della collaborazione nella co-produzione di Maite Bergamo Social Club e Musica per il cervello.

arpioni (Foto di Francesca Paola Marino)

La campagna di raccolta fondi servirà per sostenere i costi di produzione del nuovo album e i ragazzi intendono coinvolgere, tramite Il crowdfunding, i propri fans realizzando tutti insieme un progetto comune. Viene perciò scelto di rendere il fan non più un mero fruitore e spettatore dell’opera musicale, ma soggetto attivo e partecipativo grazie alla scelta di renderlo un co-produttore. Le ricompense verranno consegnate a partire dall’uscita ufficiale del nuovo disco che è prevista per la primavera del 2021.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
Scarpanti
L'intervista
Il violinista Scarpanti ricorda: “Quella ‘Lucia’ con Maria Callas al Donizetti nel 1954”
pooh stefano d'orazio (foto Stefanino Benni)
Musica in lutto
Addio a Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh: “Perdiamo un fratello”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI