Quantcast
Habilita RSD di Albino, riprendono le visite tra ospiti e parenti - BergamoNews
A cura di

Take care

La riapertura

Habilita RSD di Albino, riprendono le visite tra ospiti e parenti

In questo periodo di avvicinamento alle feste ci sarà la possibilità di riaprire la struttura alle visite da parte dei familiari

Per gli ospiti di Habilita RSD di Albino e per i loro parenti è la notizia che si aspettava da tempo. In questo periodo di avvicinamento alle feste ci sarà infatti la possibilità di riaprire la struttura alle visite da parte dei familiari. Dopo il via libera da parte del Ministero della Salute e di ATS Bergamo, Habilita si è subito messa al lavoro per garantire che gli incontri si possano svolgere in ossequio a tutte le indicazioni previste dal protocollo di sicurezza. La circolare del Ministero spiega che “devono essere assicurate le viste dei parenti e dei volontari per evitare le conseguenze di un troppo severo isolamento sulla salute degli ospiti delle residenze”.

Il documento precisa che le visite possono essere effettuate sia in presenza che a distanza e in condizioni di sicurezza, ponendo in essere specifiche misure igieniche e di sorveglianza, adeguati dispositivi di protezione, indicazioni rispetto ai comportamenti da tenere e condizioni ambientali al fine di “contenere, il rischio di contagio e garantire la sicurezza di ospiti, operatori e visitatori”. La stessa circolare raccomanda di promuovere strategie di screening immediato tramite la possibilità di esecuzione di test antigenici rapidi ai familiari/parenti/visitatori degli assistiti. Questi test possono essere effettuati direttamente in loco e, in caso di esito negativo, i visitatori sono autorizzati ad accedere alla struttura secondo le indicazioni fornite dal direttore della UDO.

Ad Albino è attivo un protocollo di sicurezza che prevede che ai parenti in visita venga effettuato un cosiddetto tampone rapido prima di accedere alla struttura. Inoltre, all’interno degli ambienti, viene sempre garantito il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Per gli ospiti dell’RSD si tratta di un momento importante: dopo mesi di isolamento e senza la possibilità di effettuare le consuete gite all’aperto a causa dell’emergenza sanitaria, la permanenza all’interno della struttura può rivelarsi non sempre agevole. Questo primo importante segnale di riavvicinamento con il mondo esterno rappresenta quindi un elemento fondamentale sia per gli ospiti della struttura che per i loro familiari.

Habilita RSD di Albino

“RSD Habilita Albino” è una struttura protetta “di tipo aperto” che accoglie soggetti con gravi o gravissime limitazioni dell’autonomia funzionale, impossibilitati a rimanere in via temporanea o permanente nel proprio nucleo familiare. Usufruiscono dei servizi della residenza persone dai 18 ai 65 anni che necessitano di un supporto assistenziale specifico e di prestazioni sanitarie continue. Al momento dell’ingresso, l’ospite viene valutato in base alle caratteristiche medico-sanitarie, educative ed assistenziali. Dalla valutazione costantemente aggiornata, vengono definite le varie necessità dell’ospite ed il tipo di intervento che gli operatori presenti nella struttura sono chiamati a fornire. La residenza ha una capacita ricettiva di 48 Ospiti.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
vino
Il progetto
Intesa Sanpaolo, sostegno ai produttori di vino: le scorte in cantina diventano garanzia
cava day 2020
L'intervento
La tecnologia a servizio delle cave per favorire l’economia circolare
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI