Il bilancio

L’aeroporto perde 25 milioni, ma investe: presto un hotel a 4 stelle da 200 camere video

L’annuncio del presidente Giovanni Sanga: come fatto anche nei mesi più duri della pandemia, l’aeroporto non rinuncia ai propri investimenti e nel 2021 ne ha già previsti ulteriori per oltre 67 milioni.

Per tutto il sistema aeroportuale il momento è delicato: Orio al Serio, terzo scalo italiano per numero di passeggeri trasportati, chiuderà il 2020 con una perdita di circa 25 milioni, al termine di un anno molto complicato e altalenante dal punto di vista dell’operatività.

Ma nel tradizionale appuntamento di fine anno per fare il punto sul bilancio, il presidente di Sacbo Giovanni Sanga ha sottolineato soprattutto il modo in cui la società che gestisce l’aeroporto ha saputo e voluto reagire all’imprevedibile crisi che ha investito tutto il settore, evidenziando con orgoglio la capacità di tenuta.

“Ci siamo subito mossi per mettere in campo le migliori misure sul piano sanitario e della sicurezza, che ci hanno consentito di tenere aperto lo scalo nei momenti più duri della pandemia – spiega Sanga – Abbiamo svolto un lavoro al servizio della comunità, permettendo la movimentazione di voli della protezione civile, militari e sanitari. È stato un anno molto altalenante: a gennaio e febbraio avevamo registrato addirittura un incremento del 7% rispetto al 2019, poi da marzo a maggio i voli sono stati inibiti, a luglio e agosto un rimbalzo che ci ha fatto raggiungere il 50% dei risultati dello scorso anno nello stesso periodo. Poi, da settembre, nuove restrizioni sempre più stringenti”. 

Una situazione di incertezza dentro la quale Sacbo ha tenuto saldi gli impegni sugli investimenti, ma soprattutto ne ha programmati di nuovi per il 2021 mettendo a bilancio oltre 67 milioni di opere: dopo aver completato l’ala extra Schengen sarà la volta di quella Schengen, saranno avviati i lavori nella zona cargo e messi in campo miglioramenti sul piano dei servizi e dell’infrastruttura informatica.

Ma la più grande novità riguarda l’arrivo di un hotel a 4 stelle firmato da un importante brand internazionale che sorgerà in un’area di confine col Comune di Bergamo già acquistata anni fa da Sacbo: “Si tratta di un’ulteriore sfida, per un investimento di quasi 20 milioni a nostro carico – commenta il presidente Sanga – La procedura urbanistica è stata già completata, la progettazione inizierà nei prossimi giorni, poi la struttura sarà realizzata nel 2022: si svilupperà su 10mila metri quadrati, con 200 stanze e tanti servizi che interagiranno con l’aeroporto”.

“Sorgerà in una posizione strategica e sfidante, per rispondere a un’esigenza che da tempo i nostri clienti manifestavano – aggiunge il direttore generale Emilio BellingardiPer la conformazione dell’aeroporto non potevamo farla nascere all’interno del sedime aeroportuale, ma ormai tutti gli aeroporti hanno strutture di questo tipo: siamo contenti perchè portiamo a compimento una scelta lungimirante fatta anni fa con l’acquisizione del terreno”. 

Nell’aeroporto del futuro, dunque, l’hotel si andrà ad aggiungere alle operazioni già note della stazione ferroviaria e del circuito ciclabile.

Sacbo guarda quindi al 2021 con la fiducia di chi può contare su bilanci solidi, con le riserve accantonate negli anni che si sono rivelate preziosa risorsa in questo difficile 2020 (costruita anche con la recente scelta dei soci di rinunciare alla distribuzione dei dividendi per 14 milioni): la ripresa, si augurano i vertici della società, è attesa già nei primi mesi del prossimo anno quando la combinazione tra vaccino, farmaci a disposizione e miglioramento delle condizioni atmosferiche dovrebbe favorire finalmente la regressione del virus.

“Siamo nel bel mezzo di quella che forse è la sfida più difficile per il sistema aeroportuale – ammette Bellingardi –  Dovevamo scegliere tra due strade: il fermarci, pensando che la nostra storia pur bellissima si dovesse interrompere, o prenderci la responsabilità di voler continuare a esercitare un ruolo chiave per la ripresa del traffico. Noi abbiamo scelto questa, ci crediamo. Lo facciamo nonostante le perdite, consapevoli di quanto costi tenere aperto un aeroporto anche in assenza di voli”. 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Tamponi, Covid, Coronavirus,
Ats
Basta tamponi all’aeroporto: il nuovo Dpcm obbliga a farli nel Paese di provenienza
rendering stazione orio
La relazione
Treno per Orio, nel progetto di Rfi previste 146 corse al giorno in aeroporto
ciclabile orio
Il progetto
Dal treno alla bici: attorno a Orio un tratto di 10km della ciclabile Monaco-Milano
aeroporto orio
Aeroporto
Orio e il Natale: “Leggera ripresa, ma passeggeri in calo del 70% rispetto al 2019”
aeroporto bergamo orio
Dal governo
Aeroporto di Orio, il Pd: “In arrivo oltre 40 milioni grazie alla legge di bilancio”
Salvini aeroporto
L'attacco
Aeroporto di Orio, Salvini: “Fondi in arrivo grazie alla Lega, Gori finge di non saperlo”
Primo volo a Orio al Serio dopo il lockdown
L'annuncio
Italia, sospesi i voli con la Gran Bretagna: fermi anche quelli da e per Orio al Serio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI