Quantcast
Riqualificazione del centro cittadino: tocca a via Zambonate - BergamoNews
Il progetto

Riqualificazione del centro cittadino: tocca a via Zambonate

L’obiettivo è quello di rendere la via Zambonate un tratto vitale di collegamento tra via Tiraboschi, via San Lazzaro e via Quarenghi

Continua il grande progetto di riqualificazione delle strade del centro città, piano avviato con il nuovo assetto di via Tiraboschi realizzato lo scorso anno, per rivitalizzare e migliorare gli spazi e l’arredo urbano del centro.

Nel 2021 toccherà a via Zambonate, arteria centrale della città storica di Bergamo Bassa, che necessita di essere valorizzata per ritornare luogo di incontro, socializzazione, cultura e commercio.

La Giunta ha approvato il progetto definitivo nell’incontro di giovedì 10 dicembre, penultima fase di progettazione della riqualificazione della via.

“Per riuscire a rilanciare via Zambonate, il Comune di Bergamo punta a un vero e proprio “recupero di identità” per questo ambito urbano, oggi fortemente frammentato e anche svilito, congestionato da un eccessivo flusso e parcheggio di veicoli, e relegato nei fatti al ruolo di spazio di contorno, quasi fosse il retro della più centrale via XX Settembre– spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla – Il lavoro che abbiamo intrapreso prevede il ripensamento e la riorganizzazione degli spazi aperti, in particolare delle aree marciapiede, della carreggiata stradale e degli stalli di sosta e l’introduzione di nuovi arredi urbani, così come la predisposizione per la futura sostituzione della pubblica illuminazione.”

Il progetto in fase di elaborazione punta a: indurre una maggiore vitalizzazione e frequentazione della via ed un aumento della qualità urbana, della sicurezza e del decoro di questi spazi; creare spazi pubblici attrezzati per l’incontro e la socialità, per consentire ai cittadini la riappropriazione di questi ambiti urbani, oggi in larga parte relegati a meri settori di risulta gravati da problemi di congestionamento e degrado; promuovere la mobilità lenta e sostenibile, attraverso una ridistribuzione dello spazio stradale che vede il restringimento della carreggiata carrabile in favore dello spazio pedonale e ciclabile; creare spazi esterni dedicati ai commercianti della via, in modo da promuovere le attività economiche, il recupero di locali sfitti, degli edifici abbandonati e delle vetrine cieche;

Si mira quindi a ricostituire un nuovo legame e una nuova sinergia con “gli altri luoghi” del centro storico (Piazza Pontida, via XX Settembre), nel solco di quell’antico legame che da sempre li ha caratterizzati, e che solo le più recenti dinamiche hanno sbiadito.

L’obiettivo è quello di rendere la via Zambonate un tratto vitale di collegamento tra via Tiraboschi, via San Lazzaro e via Quarenghi.

Il progetto di riqualificazione degli spazi aperti di via Zambonate prevede:

– Il ridisegno della strada e delle aree di sosta. Nello specifico si prevede l’allargamento dei marciapiedi con il conseguente restringimento della carreggiata stradale e il completo ripensamento degli spazi adibiti a parcheggio (ridimensionamento dell’attuale area adibita a parcheggio motorini fronte banca presente nel tratto tra lago V vie e via Quarenghi, il dislocamento dei parcheggi per residenti presenti nel tratto tra via Quarenghi e Largo medaglie d’oro); rimangono le aree adibite a carico/scarico e i parcheggi per persone diversamente abili (questi ultimi portati da due a tre). L’allargamento dello spazio pedonale ha lo scopo di creare maggiore sicurezza agli utenti deboli e offrire la possibilità di utilizzo di spazi esterni ai commercianti presenti nella zona.

– la sostituzione o il ripristino di buona parte della pavimentazione dei marciapiedi esistenti. In particolare si prevede la sostituzione dei manti attualmente in asfalto nel tratto tra via Quarenghi e Largo Cinque vie, di quella in cemento presente nel tratto tra Largo Cinque Vie e via Quarenghi e la sostituzione o il ripristino della pavimentazione danneggiata con una pavimentazione in pietra con una pavimentazione in materiale lapideo, prevalentemente in porfido e lusernia.

– predisposizioni impiantistiche per la sostituzione dell’attuale illuminazione pubblica a sospensione con una nuova su pali che garantirà maggiore efficacia, sostenibilità e sicurezza e risulterà più facilmente manutenibile.

Il progetto persegue gli obiettivi di promozione e potenziamento della mobilità alternativa e sostenibile come previsto dal PGT, migliorando, tutelando e sviluppando in particolare la mobilità ciclo-pedonale. L’insieme dei servizi previsti da progetto concorreranno al miglioramento della vivibilità e qualità urbana e promuoveranno una corretta integrazione delle funzioni commerciali con i servizi pubblici di interesse generale per la comunità.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
via zambonate
La proposta
Via Zambonate come Tiraboschi, marciapiedi più larghi per la nuova via dello shopping
Dehors via Tiraboschi
Bergamo
I dehors? “Belli, ma in via Tiraboschi sono troppo vicini alla carreggiata”
Via Tiraboschi
Bergamo
Via Tiraboschi, lavori ai titoli di coda: posizionate anche le nuove piante
via tiraboschi nuova nostra
Gli assessori
“Via Tiraboschi è un tassello della mobilità in centro, in quest’ottica va letta”
via tiraboschi nuova nostra
Bergamo
“Il restyling di via Tiraboschi? Un’occasione persa”
Via Zambonate
Centro bergamo
Nella riqualificazione di via Zambonate sparirà la pensilina “a muretto”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI