Quantcast
Gasperini torna a sorridere: "Grande Atalanta, non me ne vado da Bergamo" - BergamoNews
Il dopo-partita

Gasperini torna a sorridere: “Grande Atalanta, non me ne vado da Bergamo”

Il tecnico dopo il trionfo con l'Ajax: "Quando me ne andrò non succederà in modo traumatico, ho troppo rispetto per questa città e per questa società"

Può tornare a sorridere Gian Piero Gasperini. Dopo una settimana pesantissima, carica di tensioni e di voci incontrollate, la sua Atalanta ha ottenuto quello che cercava: il pass per gli ottavi di finale di Champions League: “Siamo stati veramente bravi – ha attaccato il tecnico piemontese, apparso rilassato dopo il trionfo sull’Ajax -. Abbiamo disinnescato gli attaccanti avversari con una partita attentissima in fase difensiva e siamo stati bravi a colpire nel finale, sfruttando uno dei pochi spazi che ci sono stati concessi”.

“L’anno scorso avevamo un girone più facile – ha continuato Gasperini -, questa volta non era così semplice con Liverpool e Ajax. Ma ora abbiamo preso le misure anche in Europa”.

Impossibile non parlare della tanto chiacchierata lite con Gomez: “Io guardo il campo, mi devo sentire libero di fare le scelte che preferisco a seconda di situazioni e partite – ha risposto il Gasp -. Il valore del Papu e di tutti gli altri non si discute. Io però devo fare le scelte migliori per la squadra”.

“Dimissioni? Quando me ne andrò da Bergamo non succederà in modo traumatico, ho troppo rispetto per questa città e per questa società. Con i Percassi parlo tutto i giorni, non ci sono problemi – ha continuato il tecnico nerazzurro -. Questa vittoria ci permette di programmare il lavoro da qui a marzo con un po’ più di tranquillità. Questa di Amsterdam era una tappa fondamentale. Unica nota stonata è l’assenza dei tifosi: avrei voluto festeggiare anche con loro questo risultato”.

Ai microfoni di Sky nel post-partita anche Luca Percassi: “Questo risultato storico è la dimostrazione di quanto di buono abbiamo costruito in questi anni con Gasperini e con questo gruppo fantastico – ha spiegato l’ad nerazzurro -. È stata una settimana particolare, vincere stasera ha avuto un valore doppio”.

Sulle turbolenze di Zingonia: “La mia famiglia è sempre stata presente – ha sottolineato ancora Percassi Jr -. Le discussioni ci sono in ogni famiglia, a volte sono più leggere, altre più pesanti. Ma poi una famiglia, quando è tale, supera e va avanti. Gasp e Gomez restano? Sicuramente”.

Infine un pensiero ai tifosi: “La vittoria di Amsterdam e il passaggio del turno li dedichiamo a tutti i bergamaschi atalantini”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Ajax-Atalanta
Le pagelle
Pessina immenso, non è più solo un’alternativa; per Gollini un’unica parata, decisiva
Ajax-Atalanta
L'impresa
Muriel abbatte l’Ajax: l’Atalanta vola agli ottavi di finale di Champions League!
Ajax-Atalanta
Appunti & virgole
Atalanta, una squadra da Champions: non è più una favola, è la realtà
Atalanta-Fiorentina
La presentazione
Cercasi Dea formato Champions anche in campionato: a Bergamo c’è la Fiorentina
Papu Gomez
Rottura totale
Atalanta, Gomez prepara l’addio? “Quando me ne andrò saprete la verità”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI