BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sènt che göst

Informazione Pubblicitaria

Dieci forme di Strachítunt donate ad A.R.M.R Bergamo: “Ricambiamo la generosità ricevuta”

È l'omaggio fatto dai produttori e dagli stagionatori della Val Taleggio in occasione del Natale 2020: "Quando noi abbiamo chiesto aiuto ai bergamaschi perché eravamo in difficoltà, durante il primo lockdown, abbiamo avuto una vicinanza straordinaria. Rispondiamo così"

Sarà un Natale un po’ più dolce, di certo gustosissimo, per i volontari di A.R.M.R., la Fondazione Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare, che venerdì 4 dicembre hanno ricevuto in dono dal Consorzio di Tutela dello Strachítunt Valtaleggio DOP dieci forme del pregiato formaggio delle valli bergamasche.

Sono frutto del progetto “Il formaggio aiuta la ricerca” organizzato da Forme, la manifestazione sull’arte casearia andata in scena a Bergamo lo scorso novembre.

Si è trattato di una raccolta fondi con i formaggi offerti dai Consorzi di Tutela delle Città Creative Unesco italiane, Bergamo, Parma e Alba, ma anche dalle città spagnole Deìna e Burgos, dalla norvegese Bergen e dalla brasiliana Belo Horizonte.

In totale è stata donata quasi mezza tonnellata di formaggio e il Consorzio di Tutela Strachítunt Valtaleggio DOP, nonostante sia una delle più piccole DOP casearie, come di consueto si è distinto per la sua grande generosità: un formaggio fatto da gente vera, gente di montagna che quando c’è bisogno di aiuto non si tira mai indietro.

Strachìtunt
Strachìtunt

“Abbiamo deciso di dare un contributo a questa associazione che si occupa di malattie rare perché il Consorzio vuole che il formaggio sia della gente, per la gente – ha spiegato il presidente del Consorzio Alvaro Ravasio -. Quando ci è stata paventata la possibilità di diventare protagonisti di questa iniziativa i soci, tutti, si sono resi immediatamente disponibili perché noi, in rappresentanza della Val Taleggio, potessimo dare un segnale di appoggio a questi volontari. La speranza è che la ricerca possa fare in modo che un domani queste malattie rare possano diventare dei malati rari”.

Dieci forme di Strachítunt, donate dai produttori e dagli stagionatori della Val Taleggio, sono state consegnate venerdì 4 dicembre, in mattinata, nella sede A.R.M.R. di Bergamo, in via Salvioni. Il formaggio è stato porzionato in pezzi da 300 grammi l’uno e verrà.

Alvaro Ravasio, presidente del Consorzio di Tutela dello Strachítunt
Alvaro Ravasio Strachitunt

“Quando la Val Taleggio ha chiesto aiuto ai bergamaschi perché era in difficoltà, durante il primo lockdown, ha avuto una vicinanza straordinaria. Noi non potevamo che ricambiare tanta generosità – ha spiegato ancora Ravasio -. La vicinanza non è solo fisica, ma anche morale. Ed è fondamentale, soprattutto in momento come questo in cui si continua a parlare di distanza”.

I fondi raccolti saranno devoluti interamente all’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, impegnato nella ricerca sulle malattie rare e oggi in prima linea anche per la COVID-19, come per esempio con il progetto Origin recentemente avviato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.