ACI Rally di Monza: Ogier vince il Mondiale, Perico migliore degli italiani - BergamoNews
Automobilismo

ACI Rally di Monza: Ogier vince il Mondiale, Perico migliore degli italiani

Il 44enne di Scanzorosciate ha concluso la competizione iridata in diciannovesima posizione, distante 11'20" dal fuoriclasse transalpino

L’ultima giornata dell’ACI Rally di Monza non ha riservato sorprese in chiave iridata.

Nonostante la pioggia battente abbattutasi sull’Autodromo Nazionale, Sebastien Ogier si è laureato campione mondiale per la settima volta in carriera.

Il francese del team Toyota Gazoo ha saputo tenere i nervi saldi conquistando imponendosi nella prima “Grand Prix” e assicurandosi il successo finale.

Accompagnato dallo storico navigatore Julien Ingrassia, il 37enne transalpino ha preceduto l’estone Ott Tanak (distante 13″9) e lo spagnolo Dani Sordo (15″3) che, grazie al risultato ottenuto in terra lombarda, ha consegnato alla Hyundai il titolo costruttori.

Successo tutto scandinavo nel WRC2 e nel WRC3 con il norvegese Mads Ostberg (Citroen) e il finlandese Jari Huttunen (Hyundai) che hanno avuto la meglio rispettivamente sullo svedese Pontus Tiemand e sul boliviano Marco Bulacia Wilkison.

In chiave italiana buona prestazione per Alessandro Perico (Skoda) che nel finale ha saputo conservare la diciannovesima piazza assoluta.

In compagnia di Mauro Turati, il 44enne di Scanzorosciate ha concluso le proprie fatiche con 11’20” di distacco dal vincitore precedendo il varesino Mauro Miele.

Finale in salita per il mapellese Matteo Gamba (Skoda) che, dopo aver rotto il cerchione nella giornata precedente, ha terminato in ventottesima piazza.

leggi anche
  • Aci bergamo
    Il 35° Rally Prealpi Orobiche arriverà sulle strade dei Colli di San Fermo
    Perico e Carrara tagliano|il traguardo del 29°Rally delle Prealpi Orobiche
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it