BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un miracolo in una fortezza: Ambivere e la storia del Santuario della Madonna del Castello

Nuova puntata della rubrica domenicale di BGY che fa tappa nell'Isola Bergamasca

La fatica è un elemento indispensabile per raggiungere la vetta.

Nel corso dei secoli i fedeli di Ambivere hanno avuto modo di comprenderlo sulla propria pelle percorrendo gli oltre cinquecento gradini che conducono al Santuario della Madonna del Castello.

Sorto attorno al XIV secolo, l’edificio sacro deve il suo nome a un’antica fortificazione che un tempo dominava l’altura.

Nonostante non vi sia più traccia della struttura, essa è ancora oggi al centro di una celebre leggenda che vide protagonista alcuni soldati francesi.

Asserragliati all’interno del fortilizio orobico da diversi giorni senza viveri e scorte idriche, i militari transalpini sarebbero andati incontro a morte certa se non fosse stato per l’intervento della Vergine Maria che fece improvvisamente zampillare una sorgente di acqua fresca.

Secondo la tradizione la fonte potrebbe esser identificata nel pozzo presente nel parte nord-orientale della navata e risalente al XVII secolo.

Sottoposto a una serie di interventi di ricostruzione alla fine del Seicento, il fabbricato conserva ancora oggi alcuni segni della versione precedente come nel caso dell’affresco raffigurante la Madonna in trono con il Bambino.

Benchè lo scorrere del tempo abbia modificato l’aspetto del santuario, la fede degli abitanti dell’Isola Bergamasca è ancora intatta come dimostrato da coloro che risalgono la lunga scalinata.

Fonti

AA.VV.; Insula : rassegna di studi sull’Isola Brembana; Ponte San Pietro; Comunità Isola Bergamasca, Promoisola; 2007

Foto Comune di Ambivere

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.