BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Shopping natalizio sicuro, Oriocenter: “Annunci e accessi monitorati in tempo reale”

Il direttore del centro commerciale Ruggero Pizzagalli spiega: "Abbiamo rafforzato la vigilanza e abbiamo un nostro servizio sanitario, clienti invitati costantemente al rispetto delle regole: speriamo che il governo ci conceda l'apertura nel weekend".

In attesa che il Governo definisca i dettagli del nuovo dpcm, che stabilirà le norme di comportamento da tenere durante le festività natalizie, i centri commerciali si stanno preparando ad affrontare in modo anomalo un periodo dell’anno che per tradizione è quello della corsa ai regali.

Settimane importantissime sul piano economico, durante le quali molte aziende costruiscono buona parte del proprio fatturato, ma che in questo 2020 saranno per forza di cose condizionate dall’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19.

Il nostro viaggio alla scoperta di come i centri commerciali della provincia stanno cercando di garantire ai propri clienti un’esperienza di shopping natalizio il più sicura possibile parte da Oriocenter, il più grande della Bergamasca e uno dei più grandi in Europa, che non ha voluto rinunciare alle proprie abitudini.

Durante tutto il periodo di emergenza, già dalla primavera, la direzione ha tenuto informati i clienti con una comunicazione puntuale su orari di accesso, negozi aperti e norme sanitarie e di comportamento da tenere all’interno del centro, in particolare sfruttando i propri canali social.

“In termini di sicurezza rispettiamo ovviamente tutte le disposizioni, come impostate già dal mese di maggio – spiega il direttore Ruggero PizzagalliChi ha frequentato il centro sa che sono continui gli annunci che invitano al rispetto delle stesse: distanziamento, igienizzazione delle mani e mascherina. Abbiamo aumentato il nostro presidio sanitario, che può contare anche su un’ambulanza pressochè sempre presente: un occhio di riguardo in più lo stiamo dedicando ai messaggi informativi”.

Da giorni, come ha sempre fatto, Oriocenter si è vestito a festa, con le tradizionali e imponenti luminarie: “Lo abbiamo voluto fare nonostante tutto, per dare un segnale di vita e ottimismo. Ne abbiamo bisogno tutti e non abbiamo fatto mancare nulla – continua Pizzagalli – Anche in termini di promozioni abbiamo deciso di fare un passo incontro ai nostri clienti e ai negozi che ospitiamo, come già fatto a maggio: dal 3 al 24 dicembre, infatti, dalle 15 fino a chiusura tutti i giorni ad accezione del sabato e della domenica daremo una gift card del valore di 50 euro per chi farà acquisti da 200 euro, da 100 per chi ne spende 400. Si tratta di un bell’incentivo, ma diluito lungo tutto il mese per evitare che si creino inutili assembramenti in determinate giornate: allunghiamo il periodo in cui sfruttarlo, perchè al primo posto ci deve sempre essere la sicurezza. Anche per il ritiro delle gift card metteremo a disposizione sette persone, per evitare code”.

Il dpcm che sarà firmato e diventerà operativo nelle prossime ore tiene gli operatori del settore col fiato sospeso: “Noi speriamo che si dia il via libera anche al weekend, perchè in caso contrario sarebbe un nuovo bagno di sangue in termini economici per i nostri negozi – sottolinea Pizzagalli – Sempre dovendo salvaguardare la salute, non dimentichiamoci dell’altro lato della medaglia: noi abbiamo 280 aziende che danno lavoro a tremila persone”.

Per evitare sovraffollamenti, Oriocenter ha scelto di andare anche oltre alle indicazioni normative: “Teniamo sempre presente che stiamo ragionando su una superficie di 105mila metri quadrati, quindi molto ampia – chiosa il direttore del centro commerciale – Ma oltre al nostro servizio sanitario e ad aver rinforzato il servizio di vigilanza per monitorare più efficacemente il rispetto delle regole, siamo dotati di un sistema che ci consente un monitoraggio costante delle presenze: in ogni momento sappiamo esattamente quanta gente c’è all’interno di Oriocenter. Ovviamente ogni negozio, poi, dà indicazione di quanti clienti possono accedere contemporaneamente”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.