BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Covid, Speranza: “Da gennaio prime dosi di vaccino, sarà gratis per tutti”

Il ministro della Salute al Senato: priorità a personale medico, Rsa e ultra 80enni. Poi le altre fasce, compresi i lavoratori essenziali

Più informazioni su

“L’acquisto del vaccino è centralizzato e sarà somministrato gratuitamente a tutti gli italiani”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza in aula al Senato, a proposito delle ulteriori misure per fronteggiare l’emergenza Covid. “È probabile che saranno necessarie due dosi per ogni vaccinazione, l’Italia ha opzioni 202 milioni di dosi. Le prime dosi potranno cominciare ad essere disponibili da gennaio”.

Ad oggi sono state indicate due date da Ema: 29 dicembre per vaccino Pfizer e 12 gennaio per vaccino Moderna. “Da queste aziende avremo 8mln di dosi da Pfizer e 1,346mila dosi da Moderna. Cuore della campagna vaccinale secondo le previsioni sarà tra la prossima primavera e l’estata”, ha detto il ministro della salute.

Le categorie da vaccinare con priorità, per primi, sono gli operatori sanitari e sociosanitari, residenti e personale delle Rsa per anziani, persone in età avanzata per ottenere una maggiore copertura vaccinale e coprire persone con maggiori fattori di rischio. Ma con l’aumento delle dosi si vaccineranno anche le altre categorie, come le persone dei servizi essenziali, personale scolastico e forze dell’ordine. Nel caso poi di focolai in aree del paese, saranno destinate scorte di vaccini rispetto ai territori in difficoltà. Una vaccinazione di massa che avverrà utilizzando grandi spazi pubblici, palestre, e fiere. Anche l’esercito sarà coinvolto.

La Lombardia ha fatto sapere che saranno all’incirca 260mila i cittadini in grado di vaccinarsi nella primissima fase, il 10% circa dovrebbe essere bergamasco.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.