Solza, infortunio in cantiere: ferito un 42enne - BergamoNews
Lunedì 30 novembre

Solza, infortunio in cantiere: ferito un 42enne

L'infortunato è stato trasportato all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in codice giallo.

Infortunio sul lavoro nel pomeriggio di lunedì 30 novembre, verso le 13.50, in un cantiere edile in via Roma a Solza.

L’infortunato S. C., classe 1978 e residente a Medolago, stava eseguendo la casseratura di una trave posta ad altezza di circa tre metri stando su un cavalletto ad una altezza di circa 1,10 metri, quando, nello stringere con del fil di ferro i listelli che costituiscono la casseratura, sarebbe caduto a terra, forse a causa della perdita di equilibrio. Nessuno avrebbe assistito direttamente all’infortunio.

L’infortunato è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in codice giallo. Sul posto sono intervenuti i tecnici della Prevenzione di Ats Bergamo ufficio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro di Bonate e i carabinieri di Zogno.

leggi anche
  • Domenica sera
    Colpisce la compagna al volto ferendola: arrestato 44enne
    volante - coltello
  • Smog
    PM10 oltre la soglia di guardia, da martedì attive a Bergamo le limitazioni di primo livello
    smog
  • Emergenza covid
    Gazzaniga, 140mila euro a fondo perduto per le attività economiche del territorio
    Mattia Merelli sindaco di Gazzaniga
  • I dati
    Covid, 104 nuovi contagi a Bergamo: 1.929 i positivi in Lombardia
    Generico novembre 2020
  • La novità
    Dalmine, ripristinato il doppio senso lungo via Verdi: “Così è sicura per tutti”
    senso unico via verdi
  • Il vice ministro
    Tassa patrimoniale, Misiani: “Non è una buona idea”
    Misiani
  • La lettera
    Covid e lockdown: quando le regole umiliano ristoratori e albergatori
    Damiano Amaglio Ristorante Albergo Ponte Autostrada
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it