PM10 oltre la soglia di guardia, da martedì attive a Bergamo le limitazioni di primo livello - BergamoNews
Smog

PM10 oltre la soglia di guardia, da martedì attive a Bergamo le limitazioni di primo livello

Le misure temporanee di primo livello riguardano, nei Comuni con più di 30.000 abitanti, il riscaldamento domestico (riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni), l'agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici) e divieto assoluto di combustioni all'aperto (accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d'artificio) e il divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli

Dal giorno martedì 1 dicembre sono attive le misure di limitazione temporanee di 1° livello per il miglioramento della qualità dell’aria sul nostro territorio, dopo 6 giorni consecutivi di sforamento della soglia di guardia dei PM10 nell’aria.

Allo stato attuale, per effetto del DPCM dello scorso 3 novembre, non si applicano le limitazioni temporanee di 1° e 2° livello relative alla mobilità privata, mentre restano confermate quelle relative al riscaldamento domestico, alle combustioni all’aperto e allo spandimento di liquami zootecnici. In particolare, sono vietati:

  • Sosta con motore acceso per tutti i veicoli;
  • Riscaldamento domestico a legna non efficiente (classe emissiva fino a 2 stelle compresa);
  • Accensione fuochi (falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc.);
  • Spandimento di liquami zootecnici;
  • Temperatura superiore a 19°C nelle abitazioni e negli esercizi commerciali.

Il rientro da un livello di criticità, avviene se, sulla base della verifica effettuata nelle giornate di controllo di lunedì e giovedì sui dati di ARPA Lombardia, si realizza una delle due seguenti condizioni:

la concentrazione del giorno precedente il giorno di controllo è misurata al di sotto del valore limite di 50 µg/m3 e le previsioni meteorologiche e di qualità dell’aria prevedono per il giorno in corso ed il giorno successivo condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti;
si osservano n. 2 giorni consecutivi di concentrazione misurata al di sotto del valore limite di 50 µg/m3 nei n. 4 giorni precedenti al giorno di controllo.
Al verificarsi di una delle due condizioni di cui sopra, le misure adottate di 1^ e/o di 2^ Livello sono sospese a partire dal giorno successivo a quello di controllo.

Attraverso l’applicativo web di Regione Lombardia https://www.infoaria.regione.lombardia.it/infoaria/#/home è possibile consultare aggiornamenti giorno per giorno, informazioni sulle misure attivate, dati sulla qualità dell’aria, Comuni coinvolti e provvedimenti.

AMBITI

Sono sospese le misure temporanee sul traffico, quindi le limitazioni temporanee per i veicoli euro 4 diesel, tenuto conto della delibera della Giunta Regionale del 9 novembre 2020 e del fatto che la Lombardia è collocata nello ‘scenario di tipo 3’, in forza delle misure restrittive nazionali introdotte con il DPCM 3 novembre 2020.

Le misure temporanee di primo livello riguardano, nei Comuni con più di 30.000 abitanti, il riscaldamento domestico (riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni), l’agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici) e divieto assoluto di combustioni all’aperto (accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio) e il divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli. Si raccomanda inoltre la massima adozione dello smartworking.

RILEVAZIONE QUOTIDIANA

I dati sulla qualità dell’aria vengono esaminati ogni giorno e viene data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee. Come previsto dalle d.G.R. n. 7095 del 18 settembre 2017 e n. 712 del 30 ottobre 2018, qualora si registrassero un valore al di sotto della soglia unito a previsioni metereologiche con condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti oppure valori al di sotto della soglia per due giorni consecutivi si potrà procedere con la disattivazione delle misure temporanee.

leggi anche
  • Emergenza covid
    Gazzaniga, 140mila euro a fondo perduto per le attività economiche del territorio
    Mattia Merelli sindaco di Gazzaniga
  • I dati
    Covid, 104 nuovi contagi a Bergamo: 1.929 i positivi in Lombardia
    Generico novembre 2020
  • La novità
    Dalmine, ripristinato il doppio senso lungo via Verdi: “Così è sicura per tutti”
    senso unico via verdi
  • Il reportage
    Il New York Times su Bergamo: “I giorni perduti che hanno creato la tragedia”
    Coronavirus, l'esercito a Bergamo per le bare
  • Nel weekend
    Seriate, blitz contro lo spaccio: nei guai anche un pusher minorenne
    Generico novembre 2020
  • Domenica sera
    Colpisce la compagna al volto ferendola: arrestato 44enne
    volante - coltello
  • Lunedì 30 novembre
    Solza, infortunio in cantiere: ferito un 42enne
    ambulanza
  • Il vice ministro
    Tassa patrimoniale, Misiani: “Non è una buona idea”
    Misiani
  • Entro il 16 dicembre
    Incubatore d’Impresa di Bergamo Sviluppo: aperto il nuovo bando
    point Dalmine
  • Pubblico impiego
    Il 9 dicembre sciopero di enti locali, sanità e uffici governativi: “servono investimenti”
    Sono 15mila i dipendenti pubblici chiamati a rinnovare le Rsu a marzo a Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it