BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stipendi a rischio per 50 lavoratori, alla Icar scatta lo sciopero

“Ritardo sullo stipendio di ottobre, a rischio novembre”. Incrociano le braccia lunedì 30 novembre, per 8 ore

I 50 lavoratori della Icar Srl di Villa d’Adda scenderanno in sciopero, lunedì 30 novembre, per 8 ore, per protestare contro la grave situazione aziendale che ha già causato il ritardato pagamento di mezza mensilità di Ottobre e con l’incertezza per il prossimo futuro.

La RSU e la Femca Cisl Bergamo hanno proclamato lo stato d’agitazione finché liquidatore e azienda non daranno risposte chiare su tutti gli argomenti aperti negli scorsi incontri. In particolare riguardo alla retribuzione dei dipendenti e la continuità aziendale nel sito di Villa d’Adda.

L’azienda, specializzata nella progettazione e costruzione di condensatori, ha avviato la procedura di messa in liquidazione della società e ha dato incarico a una liquidatrice di gestire l’operazione con la prospettiva di far cessare l’attività.

“L’azienda – spiega Moreno Businaro, di Femca Cisl Bergamo – soffre una situazione di mancanza di liquidità e non è stata data garanzia del pagamento degli stipendi di novembre. È un segnale che arriva dopo quanto accaduto a ottobre, quando metà degli stipendi non sono stati pagati nei tempi regolari e il saldo è avvenuto solo dopo la proclamazione dello sciopero. La situazione è grave perché nonostante l’azienda abbia delle commesse e i suoi prodotti abbiano mercato, non genera liquidità e inoltre è molto indebitata”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.