• Abbonati
Carabinieri e polizia

Operazione anti spaccio e degrado a Seriate: sequestrati 250 grammi di eroina

I controlli nell’area ex Mazzoleni di via Marconi e nell'ex marmi Comana, al confine con Gorle. Fermate tre persone con precedenti

All’alba di giovedì 26 novembre è scattata una vasta operazione congiunta di interforze sul territorio di Seriate, con la presenza di 15 agenti della Tenenza dei Carabinieri in sinergia con la Polizia Locale.

I militari e gli agenti hanno eseguito controlli mirati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e all’occupazione abusiva di immobili in disuso. L’operazione è partita a seguito delle segnalazioni dei cittadini pervenute ai carabinieri e in Comune.

Alle 7 gli operatori hanno ispezionato l’interno dell’area ex Mazzoleni di via Marconi, trovandovi alcuni arredi, tende e materassi di fortuna verosimilmente usati da persone senza fissa dimora. A seguito di approfondimenti utili alla ricerca di sostanze stupefacenti, i nuclei di polizia giudiziaria dei comandi rinvenivano e sottoponevano a sequestro un pacchetto di eroina non ancora tagliata del peso complessivo di 250 grammi, che avrebbe potuto fruttare oltre 15 mila euro, se venduto a dosi. Al termine dell’intervento, la proprietà, debitamente informata, ha proceduto a chiudere tutti gli accessi forzati da ignoti.

Successivamente la task force si è diretta ai confini tra Seriate e Gorle, nell’area ex marmi Comana. All’interno sono stati sopresi tre uomini di origini tunisine, intenti a bivaccare in tende da campeggio montate tra i ruderi delle mura e l’alta vegetazione. Rinvenuti anche una bicicletta e un motociclo, per i quali si sta accertando l’eventuale provenienza furtiva. Gli stranieri, tutti irregolari e con precedenti penali a carico, privi di documenti identificativi, sono stati fermati e accompagnati alla Tenenza dei Carabinieri per gli accertamenti. Uno di loro, già tratto in arresto la scorsa settimana dai militari della Tenenza, e sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Bergamo, è stato immediatamente deferito al Tribunale di Bergamo per il mancato rispetto della misura imposta dal giudice. Gli altri due tunisini, già colpiti da ordini di espulsione, sono stati accompagnati in Questura e, dopo gli adempimenti di rito, saranno assegnati ai centri deputati all’espulsione dal territorio nazionale.

“Ringrazio i carabinieri e la polizia locale di Seriate per questa azione congiunta che scaturisce dalle segnalazioni dei cittadini – commenta il sindaco Cristian Vezzoli -. Con questa azione le forze dell’ordine, già occupate nei controlli Covid-19, hanno confermato di essere attente alla sicurezza dei cittadini e al presidio del territorio, che continuerà nei prossimi giorni. Le azioni di polizia richiedono tempo e impegno per le indagini e gli appostamenti da effettuare, ma sono efficaci a garantire la sicurezza urbana”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Generico novembre 2020
Nel weekend
Seriate, blitz contro lo spaccio: nei guai anche un pusher minorenne
Sequestri beni della mafia
Droga
Confisca da oltre 1 milione di euro al narcotrafficante con casa in Bergamasca
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI