BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lombardia zona arancione? “Nel weekend a Bergamo ci sono in gioco 23,6 milioni”

Secondo le stime di Ascom Confcommercio Bergamo questo ultimo weekend di novembre ha un valore inestimabile: "Segna l'inizio della corsa ai regali, se non si riapre in molti si affideranno al commercio elettronico".

Quanto varrebbe il passaggio da zona rossa ad arancione per il commercio bergamasco?

Stando alle stime di Ascom Confcommercio Bergamo, il weekend del 28-29 novembre potrebbe muovere qualcosa come 23,6 milioni di euro, rimettendo in moto quasi tremila imprese e oltre 7.500 addetti.

Per questo l’annuncio del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, che in attesa di una decisione ufficiale da parte del governo ha anticipato con un tweet l’allentamento delle misure, è stato accolto con grande entusiasmo.

“Siamo di fronte a uno snodo fondamentale – sottolinea Oscar Fusini, direttore generale di Ascom Confcommercio Bergamo – L’ultimo weekend di novembre, per tradizione, è il primo della corsa ai regali: secondo i nostri calcoli, tra negozi di abbigliamento, mobilifici, antiquari, gioiellerie, casalinghi e bigiotterie i bergamaschi spenderanno 23,6 milioni. Circa la metà, 12,2 milioni, solo nei negozi di abbigliamento e calzature. Per questo è fondamentale il passaggio da zona rossa ad arancione”.

Una decisione che, comunque, non metterebbe al riparo da grosse perdite di fatturato: un milione e mezzo per le imprese ambulanti non alimentari, quasi 17milioni complessivamente per bar, ristoranti e sale da ballo, che contano oltre 4mila imprese in provincia.

“Bisogna aggiungere anche un altro fattore – spiega Fusini – Se è vero che una parte di quei 23,6 milioni finirebbe nei risparmi, in caso di mancata riapertura molti si riverserebbero sul commercio elettronico e sarebbero irrimediabilmente persi per il territorio bergamasco. Per questo è importante che l’eventuale decisione sulla zona arancione venga presa al più presto e consenta, se possibile, di riaprire i negozi già da sabato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.