BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Colonna con tecnologia 3D per la chirurgia pediatrica dell’Ospedale Papa Giovanni

Dalla Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo un contributo di venti mila euro al Comitato per il Dipartimento di Chirurgia Pediatrica Onlus per l’acquisto della nuova strumentazione che garantisce interventi mini-invasivi con notevoli vantaggi per piccoli pazienti.

In programma prima della pandemia che ha obbligato Bergamo e il suo Ospedale a concentrare tutte le energie possibili per sconfiggere il covid19, è stata consegnata ed è attualmente operativa la nuova colonna chirurgica per la Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, guidata da Maurizio Cheli.

La nuova strumentazione, un sistema di riproduzione delle immagini intraoperatorie pediatriche ad alta definizione in 3D e introduzione dell’imaging a fluorescenza, di ultimissima generazione tecnologica, è stata donata dal Comitato per il Dipartimento di Chirurgia Pediatrica grazie al supporto di benefattori tra cui la Fondazione UBI BPB che ha partecipato all’investimento – circa 80 mila euro – con un contributo di 20 mila euro.

Nell’Unità Operativa di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII viene fatto ampio utilizzo delle tecniche di chirurgia mini – invasiva, che offre notevoli vantaggi ai piccoli pazienti, tra cui minor dolore postoperatorio, ridotti tempi di ricovero ospedaliero, riducendo il più possibile l’impatto della chirurgia sul bambino.

“Questa colonna chirurgica ci consente di avere una visione tridimensionale del campo operatorio e quindi maggiore profondità – ha spiegato Maurizio Cheli, Direttore della Chirurgia pediatria dell’ASST Papa Giovanni XXIII -. È particolarmente utile in neonati, bambini molto piccoli e in interventi particolarmente complessi, soprattutto in campo oncologico, urologico e traumatico. Inoltre, facilita l’attività didattica quando ospitiamo i giovani chirurgi pediatrici in formazione, perché la visione dei gesti chirurgici è molto facilitata”.

Mimma Montanelli, presidente del Comitato per il Dipartimento di Chirurgia Pediatrica:Dopo il tragico periodo che ci ha visti coinvolti abbiamo finalmente una buona notizia. La nuova colonna chirurgica con tecnologia 3D permetterà ai nostri medici di eseguire con maggiore sicurezza interventi chirurgici mini-invasivi in tutte le fasce dell’età pediatrica. Grazie alla generosità di molti, tra cui la Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo a cui va la nostra riconoscenza, molte patologie potranno essere affrontate preservando il più possibile il benessere dei bambini”.

Armando Santus, Presidente della Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo: “Il rapporto tra la Fondazione e l’Ospedale Papa Giovanni XXIII è proficuo, solido e cresciuto nel tempo. Abbiamo stanziato contributi importanti sia per la nascita del nuovo ospedale, rendendo possibile l’edificazione della Chiesa dedicata a San Giovanni XXIII, splendido esempio di architettura avveniristica e post-conciliare e che contiene al suo interno opere d’arte di grande valore sia per la donazione di strumenti tecnologici e il finanziamento di borse di studio per giovani medici e l’avvio di nuovi servizi e ambulatori. Il nostro contributo rende concreto l’impegno che ci anima per la promozione e la tutela della salute sul territorio”.

“Il mio ringraziamento va alla Fondazione Banca Popolare di Bergamo, al Comitato per il Dipartimento di Chirurgia pediatrica onlus e a tutti coloro i quali hanno dato un contributo per l’acquisto di una tecnologia così importante per l’attività chirurgica sui nostri pazienti più piccoli – ha commentato Maria Beatrice Stasi, Direttore generale dell’ASST Papa Giovanni XXIII -. Quella pediatrica è una vocazione storica per l’Ospedale di Bergamo, che raccoglie l’affetto e la riconoscenza di tante istituzioni, famiglie e benefattori che vogliano essere al nostro fianco nel nostro compito di curare i bambini”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.