BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, Miranchuk positivo al Covid: convocati rimandati a sabato

In conferenza stampa pre Verona Gasperini è anche tornato sulla vittoria di Liverpool: "Serata fantastica, ci ha dato un'iniezione di fiducia e di energie".

Aleksej Miranchuk positivo al Covid e subito in isolamento: è la tegola alla vigilia di Atalanta-Verona, che si aggiunge all’assenza di Malinovskyi, fermo già sempre per la positività al virus. Rimandato quindi a sabato l’elenco dei convocati per la partita. Queste le dichiarazioni di Gasperini.

Dalla notte magica di Anfield (“serata fantastica, ci ha dato un’iniezione di fiducia e di energie”) alla sfida col Verona (“squadra difficile da affrontare, ti impedisce di giocare e dovremo essere bravi, al meglio per superare anche questo esame”): Gasperini è di nuovo in clima partita e mette anche i puntini sulle i.

Liverpool vittoria spartiacque? “No, perché per me la squadra non è mai stata in difficoltà. Questa è una stagione particolare, con un campionato molto più equilibrato, questa è la realtà. E mi dispiace per chi ha aspettative diverse ma noi sappiamo quali sono i nostri impegni e non è sempre facile. Sarà una stagione diversa, ma noi la affrontiamo con serenità cercando di essere sempre al meglio”.

Gasp ribadisce le sue idee: “Se devo adattare le mie convinzioni tattiche? No, non ho fatto niente di diverso da quello che altre volte abbiamo proposto e con buoni risultati. Piuttosto bisogna sempre stare attenti perché si gioca di più, ci sono più infortuni e non sempre è facile recuperare energie per essere al meglio”. E si stupisce dello…stupore: “Senza centravanti a Liverpool? Non è la prima volta, in passato siamo stati tre mesi senza Zapata”.

Che Verona si aspetta? “È cambiato molto però ha mantenuto un’identità simile, è una squadra difficile da affrontare, ti impedisce di giocare e dovremo essere al meglio, riuscire a recuperare energie”.

Qualche osservazione sui singoli: “Pessina? Sapevamo qual era il suo valore, aveva già buone capacità e nel Verona ha avuto modo di esprimersi con continuità, ha ottime qualità e può fare un buon lavoro a centrocampo”. Non si stupisce di Romero: “È forte, lo volevamo già l’anno scorso ma ci era sfuggito e crescerà ancora molto, può migliorare nell’impostazione ma ha già fatto passi avanti anche lì”. E su Ilicic…“Il gol è importante però secondo me era già recuperato, non da mercoledì. Un giocatore lo vedi negli allenamenti, si vedeva in settimana che c’era”.

Infine un ricordo di Maradona: “Il più grande, ho avuto la fortuna di giocarci contro, ogni volta che toccava palla lui si accendeva lo stadio”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.