BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026 si alleano Kask e Livigno

Livigno e Kask sono espressioni autentiche del Made in Italy innovativo, e l’accordo consentirà di sviluppare numerose sinergie, a partire dalla condivisione di atleti e ambassador. Tra questi i primi testimonial della località valtellinese e di Kask - azienda di Chiuduno - con il suo brand di occhiali KOO, sono gli atleti Michela Moioli e Giulio Molinari.

È una partnership tutta lombarda quella siglata tra Kask, l’azienda di Chiuduno punto di riferimento nella produzione di caschi per il ciclismo e gli sport invernali, e Livigno, la nota località dell’alta Valtellina divenuta meta ideale per la preparazione atletica in alta quota. Un accordo tra due realtà dello stesso territorio regionale, ma che guarda oltre i confini della Lombardia, soprattutto in vista dell’impegno a cinque cerchi tra sei anni.

“Con Livigno abbiamo trovato numerosi punti in comune, sia nella pratica degli sport estivi come il ciclismo in tutte le sue forme, così come in quelli invernali sulla neve: ci è sembrato naturale condividere questo spirito, e in particolare i valori legati alla continua ricerca del miglioramento, allo stile come carattere distintivo e allo sport inteso laboratorio evolutivo – ha commentato Angelo Gotti, fondatore di Kasked è da queste considerazioni che con gli amici di Livigno avviamo un percorso comune da qui alle Olimpiadi Invernali di Milano Cortina del 2026″.

LIVIGNO, PALESTRA IN ALTA QUOTA

Grazie ai suoi 1.800 metri di quota, la località dell’alta Valtellina può essere definita una palestra a cielo aperto in grado di attirare sportivi d’inverno così come d’estate: qui, molto spesso, gli amatori possono ritrovarsi a pedalare, correre, nuotare e sciare a fianco dei campioni di numerose specialità. E l’accordo tra Livigno e Kask va a suggellare quelli che sono i punti in comune tra le due realtà, a partire da atleti di caratura internazionale quali l’oro olimpico di snowboard Michela Moioli e il triatleta di lunghe distanze Giulio Molinari.

Giulio Molinari
Giulio Molinari - nostra

“In questi ultimi anni la nostra località si è ritagliata un posto al sole nel panorama internazionale delle destinazioni a forte caratterizzazione sportiva, e in tal senso Livigno è diventata un veicolo di comunicazione credibile e autentico per i nostri partner – ha sottolineato Luca Moretti a capo di Apt Livigno e l’accordo con Kask è un ulteriore riconoscimento di questo nostro impegno e siamo certi che nei prossimi anni sapremo costruire numerose sinergie che aumenteranno la visibilità di entrambi”.

Inoltre, Livigno è spesso palestra di allenamento anche per l’azzurra Letizia Paternoster, portacolori del team femminile Trek Segafredo di cui Koo è sponsor tecnico per gli occhiali, anche per la squadra maschile.

OBIETTIVO COMUNE: IL MIGLIORAMENTO DELLA PERFORMANCE

Una scelta voluta da due player che possono definirsi punti di riferimento nei rispettivi comparti e che rappresentano due espressioni di un Made in Italy attuale e competitivo: per Kask e Koo, il brand di occhiali da sole e maschere da sci dell’azienda bergamasca, il traguardo è il progresso nella prestazione, lo stesso obiettivo che è parte del Dna dell’offerta sportiva di Livigno.

In occasione dei Giochi Olimpici Invernali di Milano Cortina 2026, le prove di snowboard e freestyle saranno ospitate da Livigno, la località alpina che più di ogni altra è stata culla di innovazioni nelle discipline invernali.

L’intesa siglata tra l’azienda di Chiuduno e il “piccolo Tibet” prevede oltre a un programma di iniziative congiunte, anche una visibilità di Kask e Koo nei punti chiave di Livigno, quali l’isola pedonale così come altri luoghi del comprensorio alpino

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.