BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trump dice sì alla transizione: Biden mette a punto la squadra

Donald Trump ammette la sconfitta, o quasi: "Ho dato ordine alla General Service Administration e al mio team di avviare i protocolli" conferma via Twitter

Donald Trump ammette la sconfitta, o quasi: “Ho dato ordine alla General Service Administration e al mio team di avviare i protocolli” conferma via Twitter dopo che ieri sera anche il Michigan ha certificato ufficialmente la vittoria di Joe Biden. 

“Nell’interesse del Paese”, insomma, la transizione può formalmente iniziare. Allo stesso tempo il presidente insiste: “Continueremo la battaglia, vinceremo”.

L’annuncio ufficiale poi l’ha dato Emily Murphy, responsabile della General Services Administration, la struttura che gestisce il passaggio da un governo all’altro. Murphy ha definito Biden “l’apparente vincitore” delle elezioni del 3 novembre.

Adesso Biden può accelerare i piani di insediamento. Il suo team sta prendendo forma.

Il Segretario di Stato sarà Anthony Blinken, 58 anni, da venti stretto collaboratore di «Joe», vice consigliere per la sicurezza nazionale nella seconda amministrazione Obama.

Al ministero del Tesoro va Janet Yellen, 74 anni, presidente della Federal Reserve dal 2104 al 2018. Biden conferma anche le indiscrezioni, rilanciando John Kerry, 76 anni, ex capo della diplomazia e candidato alle presidenziali del 2004, come coordinatore della task force sul “climate change”.

Segretario per la Sicurezza interna sarà Alejandro Mayorkas, 61 anni, primo esponente della comunità dei latinos in questo incarico.

Avril Haines, 51 anni, sarà invece la prima donna a guidare la Direzione della National Intelligence, l’agenzia ombrello che coordina l’attività dei 17 servizi di intelligence, Cia e Fbi compresi.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.